Treviglio soffre ma conquista una grande vittoria contro Rieti

Una vittoria sofferta ma meritata per la Remer Treviglio che gioca una gara in rimonta ma alla fine la spunta contro una mai doma NPC Rieti per 87-82.

di Adriano Zucchetti

Una vittoria sofferta ma meritata per la Remer Treviglio che gioca una gara in rimonta ma alla fine la spunta contro una mai doma NPC Rieti per 87-82: un match che ha visto gli ospiti meritatamente avanti nel punteggio fino all’inizio dell’ultimo quarto, spinti da un grande Sims, fino al parziale decisivo di 7-0 che ha ribaltato lo score e che ha seguito un terzo periodo di grande personalità in cui i ragazzi allenati da Adriano Vertemati sono rimasti lì fino allo sprint decisivo che li ha spinti fino al +11 a 5’ dal termine, ben controllato nei minuti rimanenti.

Treviglio inizia il match con Marino in regia, Marini e Sollazzo sugli esterni, Sorokas e Nwohuocha sotto canestro; dall’altra parte gli ospiti schierano il quintetto con Zanelli in regia, Di Prampero e Pepper sugli esterni, l’ex Chillo e Sims sotto le plance.

Inizia bene la BluBasket con il piazzato di Sorokas e il gioco da 4 punti di Marino, gli ospiti però ribattono subito con i canestri dall’area di Di Prampero e Chillo e i 4 punti di Sims. Botta e risposta da 3 punti tra Marini e Pepper, ma il vero fattore in questa prima parte di quarto è Paulius Sorokas che firma il primo parziale biancoblu (16-11). La reazione laziale non si fa aspettare e la NPC conquista il primo vantaggio del match con un 6-0 firmato Sims e Pepper (16-17), con il lungo statunitense a spadroneggiare nell’area trevigliese costringendo Nwohuocha a fare gli straordinari per provare ad arginarlo (12 punti per lui nel primo quarto). I canestri del lungo ex Cantù e Marini scuotono Treviglio ma Rieti sembra più pimpante e allunga con altri 4 punti di Sims e la tripla di Della Rosa (20-25); ultimo giro di orologio in cui si registrano i 2/2 dalla lunetta di Pecchia da una parte ed Eliantonio dall’altra, realizzazioni che fissano il punteggio sul 22-27.

Buon inizio per Treviglio che ricuce lo strappo con il primo canestro della partita per Sollazzo e i 4 punti di Rossi, mettendo in campo una difesa molto aggressiva che induce all’errore gli attaccanti laziali; Rieti reagisce con la tripla di Pepper ma subisce il pareggio di Pecchia (30-30). Botta e risposta in penetrazione tra Casini e Sollazzo, con coach Nunzi che rimette in campo Sims che propizia l’allungo della NPC con il piazzato del lungo statunitense e la tripla dall’angolo di Pepper (32-37 a 5’ dall’intervallo). Reazione trevigliese con i ragazzi di Vertemati che ribaltano il risultato con il 2/2 ai liberi di Sollazzo e Pecchia, con l’ala italo-americana che firma il sorpasso in penetrazione (38-37). Zanelli si carica sule spalle il gioco dei reatini con 5 punti e l’assist al volo per Sims, risponde la Remer con i canestri di Marino e Rossi e la tripla di Sorokas, aprendo l’ultimo minuto: la NPC spinge ancora con la tripla dall’angolo di Chillo e il piazzato di Benedusi, Pecchia accorcia in contropiede ma l’ultima parola è ancora di Sims che s’inventa una tripla allo scadere che manda le squadre negli spogliatoi sul +5 ospite (47-52).

Inizia il terzo quarto e Sims riapre le danze con un piazzato dall’area, Treviglio accorcia con il 2/2 dalla lunetta di Rossi e la tripla di Marino (52-54), dopo l’1/2 ai liberi di Chillo e Sims, la Remer beneficia del fallo tecnico per proteste fischiato a Benedusi e raggiunge il pareggio con il libero e la tripla di un ispirato Marino (56-56). Fase centrale del quarto in sostanziale equilibrio, con nessuna delle due squadre che riesce a staccare l’altra e gli attacchi che risultano meno efficaci rispetto alla prima parte di match. Ultimi minuti in cui Rieti muove il punteggio con un’altra tripla di Pepper e il 2/2 ai liberi di Della Rosa, Treviglio tiene botta con i 3 punti di Pecchia e l’1/2 dalla lunetta di Marino e chiude il quarto sotto di una lunghezza (64-65).

Treviglio rientra in campo decisa a conquistare subito la testa della corsa e ci riesce con un parziale di 7-0 aperto dal contropiede finalizzato da Marino e la tripla dall’angolo di Cesana che lanciano i padroni di casa sul +5 (71-65) e costringono coach Nunzi  a chiamare time out. Rieti non riesce a segnare in questi primi minuti, chiusa dall’asfissiante difesa biancoblu (menzione d’onore per Pecchia e Sorokas, abili nell’annullare Casini e, soprattutto, Sims), e trova i primi punti del match solo a 6’17’’ dal termine con il 2/2 ai liberi di Pepper; la Remer però sente ormai l’odore del sangue e allunga ancora con la tripla di Marino, l’appoggio a canestro di Nwohuocha e la penetrazione vincente dello scatenato play senese che regalano ai biancoblu il +11 (78-67), portando il coach della NPC a un nuovo minuto di sospensione. Reazione ospite con la tripla dall’anglo di Pepper e l’1/2 dalla lunetta di Zanelli, la risposta di Treviglio però non si fa attendere con la bomba di Sorokas che fa esplodere il pubblico del PalaFacchetti; Rieti non molla e prova a rientrare con il 2/2 ai liberi di Pepper e Sims, la Remer non riesce a trovare il colpo del KO e concede un altro 2/2 dalla lunetta questa volta a Zanelli, bottino che però porta a casa anche Sollazzo a 36’’ dal termine (84-77) mettendo una bella ipoteca sulla vittoria. Gli ospiti ci provano fino alla fine con la tripla di Chillo, la penetrazione di Zanelli e il fallo sistematico sulla rimessa avversaria ma Treviglio controlla infilando un 2/2 ai liberi con Sorokas e un 1/2 con Sollazzo che fissano il punteggio finale sul 87-82.

Difficile trovare un MVP per Treviglio, che ha avuto prestazioni decisive in particolare da tre giocatori: Marino (importantissimo nella seconda parte di gara, chiude da top scorer con 22 punti, 6 assist, 5 falli subiti e un non trascurabile 4/7 da 3 punti), Sorokas (solido lungo tutto l’arco del match – seppur con qualche problema a limitare Sims nei primi due quarti – , decisivo in attacco, chiude con 17 punti, 9 rimbalzi e ben 6 assist, oltre a un 3/5 da 3 punti che dice tanto sulla varietà delle armi a disposizione del lituano) e Pecchia (un vero fattore nel terzo quarto, difensore instancabile su qualunque avversario gli capitasse davanti, chiude con 11 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e 4 falli subiti); positivi anche Rossi (10 punti,  rimbalzi) e Sollazzo (13 punti e 3 rimbalzi).

Per Rieti non basta la superba prestazione di Sims (immarcabile nei primi due quarti, efficace da ogni zona del campo, chiude con una doppia doppia da 26 punti e 10 rimbalzi, cui aggiunge 4 palle recuperate e 6 falli subiti) e l’ottima prova di Pepper (21 punti, 6 rimbalzi, 5/8 da 3 punti).

 

Remer Treviglio 87–82 NPC Rieti (parziali: 22-27, 47-52, 64-65)

Remer Treviglio: Cesana 3, Pecchia 11, Dessì n.e., Sorokas 17, Rota n.e., Marino 22, Marini 5, Mezzanotte, Genovese, Rossi 10, Nwohuocha 6, Sollazzo 13. All. Vertemati

NPC Rieti: Casini 2, Della Rosa 5, Benedusi 2, Eliantonio 2, Zanelli 13, Chillo 9, Sims 26, Pipitone, Di Prampero 2, Pepper 21. All. Nunzi

StatisticheTreviglio: 19/39 da 2, 9/24 da 3, 28/63 totale, 22/26 ai liberi; Rieti: 15/35 da 2, 10/24 da 3, 25/59 totale, 22/27 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Angelo Caforio di Brindisi (BR), Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno (AP), Damiano Capozziello di Brindisi (BR)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy