Treviglio torna a vincere, battuta Napoli al Pala Facchetti

Prova d’orgoglio per la BCC Treviglio che torna alla vittoria dopo 5 sconfitte consecutive e lo fa sul parquet casalingo del Pala Facchetti superando Napoli con il punteggio finale di 73-58.

di Adriano Zucchetti

Prova d’orgoglio per la BCC Treviglio che torna alla vittoria dopo 5 sconfitte consecutive e lo fa sul parquet casalingo del Pala Facchetti superando Napoli con il punteggio finale di 73-58. Un match che la Blu Basket ha cercato di mettere sui propri binari già nei primi due quarti sfruttando la buona serata dei suoi lunghi e la pochezza dell’azione offensiva dei napoletani apparsi per lunghi tratti spaesati e senza idee; l’intervallo ha fatto bene agli ospiti che sono tornati sul parquet con maggior convinzione trascinati dal duo Sherrod-Sandri, ben orchestrato dalla regia di Monaldi, che hanno riportato Napoli in partita ma senza mai sfondare però i 7 punti di svantaggio quando la fiammata della BCC dopo il fallo antisportivo fischiato a Roderick rilancia i trevigliesi oltre la doppia cifra di vantaggio e gli consente di vivere i due minuti finali senza patemi d’animo.

Coach Vertemati schiera il quintetto formato da Caroti in regia, Collins e Reati sugli esterni, Pacher e Borra sotto canestro; dall’altra parte coach Cavaliere manda in campo per la palla a due Monaldi in regia, Chessa e Roderick sugli esterni, Sherrod e Spizzichini sotto canestro.

Partono bene i campani con i canestri dall’area di Sherrod e Monaldi e una gran difesa, dall’altra parte Treviglio pasticcia per un paio di minuti e sblocca solo dopo più di 2′ di gioco con la tripla dall’angolo di Reati, Napoli infila un altro canestro con il suo lungo americano ma la BCC sembra aver preso il ritmo e trova il suo primo vantaggio del match con 4 punti di Borra (7-6). Gli ospiti rimettono il naso avanti con la realizzazione dalla lunga distanza di Chessa e il 2/2 ai liberi del neo entrato Iannuzzi, la BCC risponde colpo su colpo mantenendosi a contatto con il piazzato di Borra e i liberi di Pacher per poi riportarsi avanti con un’altra tripla dall’angolo di capitan Reati (14-11), risponde Roderick mandando a segno i primi punti della sua partita ma Treviglio sente la mano calda e dopo un gran recupero di Reati infila la bomba in contropiede con Caroti. Ultimi 2′ del quarto in cui Treviglio allunga con i 3 punti di Palumbo, Napoli fatica terribilmente trovando solo un 1/2 dalla lunetta con Chessa cui Iannuzzi aggiunge un fallo tecnico per proteste che si fa fischiare dopo una schiacciata sbagliata con annesso problema alla spalla, sanzione che Reati capitalizza infilando il libero del +7 (21-14).

L’inizio del secondo quarto ricalca il finale del precedente con la BCC a menar le danze con i canestri dall’area di Palumbo e Taddeo e tanta aggressività difensiva, dall’altra parte i campani sembrano non avere idee in attacco costringendo un infuriato coach Cavaliere a chiamare time out sul +11 Blu Basket (25-14). Gli ospiti battono un colpo con il 2/2 dalla lunetta di Sherrod e il piazzato di Roderick, Treviglio da parte sua abbassa i ritmi ma non perde l’ispirazione allungando ancora con la penetrazione vincente di Pacher e i 5 punti di Borra per il +14 di metà periodo (32-18). Dopo il canestro del +16 infilato da Pacher Napoli tenta la reazione con un 5-0 firmato dalla tripla dall’angolo di Sandri e il piazzato di Monaldi, Treviglio controlla la sfuriata avversaria annullando il parziale dalla lunetta con il 2/2 di Pacher e il 2/3 di Collins e allunga ancora con il canestro da sotto di Palumbo, i campani ritoccano nel finale il proprio punteggio con l’appoggio al tabellone di Roderick ma continuano la loro prestazione negativa all’insegna del nervosismo (nuovo fallo tecnico subito, questa volta fischiato alla panchina) e vanno negli spogliatoi sotto di 15 lunghezze (40-25).

Si ricomincia con la tripla di Caroti, pronta la reazione di Napoli che sembra essere tornata in campo con maggior convinzione e risponde con i canestri dall’area di Monaldi e Sandri, Treviglio però è fermamente decisa a riscattare le ultime prestazioni negative e allunga a +19 con il gioco da tre punti di uno scatenato Caroti e con il primo canestro dal campo di Collins che va a segno dalla lunga distanza, costringendo coach Cavaliere a chiamare il primo time out del quarto. La strigliata porta i suoi frutti e i campani infilano altre due realizzazioni dall’area con Sandri e Sherrod, time out Blu Basket che poi trova un canestro da sotto con Borra ma continua a subire le scorribande offensive dei napoletani che continuano la loro opera di riavvicinamento con l’ennesima realizzazione di uno scatenato Sandri e la tripla di Chessa (50-37). Dopo l’1/2 dalla lunetta di Sherrod batte un colpo la BCC con il canestro di Pacher ma nelle azioni successive non riesce a essere incisiva come nella prima parte di partita mandando alle ortiche alcune buone occasioni e subisce un altro piazzato dagli ospiti, questa volta con il neo entrato Mastellari; ultimo minuto del periodo in cui nessuna delle due formazioni riesce a incidere fino in fondo, Treviglio trova un 2/2 ai liberi con Palumbo mentre Napoli sbaglia la conclusione sulla sirena con Monaldi e perde per falli un nervosissimo Spizzichini (54-40).

Collins apre l’ultimo quarto con una conclusione dalla lunga distanza, risponde Monaldi dalla media ma la guardia statunitense della BCC è deciso a chiudere la contesa sin dai primi minuti del periodo e va a segno ancora da dietro l’arco (60-42). Libero più schiacciata per Sherrod, dall’altra parte Pacher risponde anche lui con una schiacciata prima che il fallo tecnico fischiato per le proteste a Vertemati portino ai napoletani un 3/3 dalla lunetta firmato dal duo Roderick-Sherrod, la BCC ora è molto nervosa e gli ospiti ne approfittano per portarsi a -11 (62-51) con l’ennesimo canestro dall’area del lungo statunitense e il contropiede finalizzato da Monaldi che spingono il coach Vertemati a chiamare time out con 6′ sul cronometro. Altro contropiede per Napoli che va a segno con Sandri e torna sotto la doppia cifra di svantaggio, Treviglio soffre la difesa aggressiva dei napoletani non riuscendo a trovare il modo di bucare la difesa degli avversari che accorciano ancora con la penetrazione vincente di Roderick. Il momento è favorevole agli azzurri che però commettono un’ingenuità con il fallo antisportivo fischiato all’ala ex Bergamo, la BCC è cinica nello sfruttare l’occasione con il 2/2 ai liberi di Pacher e il canestro da sotto di Palumbo che le ridanno la doppia cifra di vantaggio (66-55) e quella carica agonistica che sembrava aver perso da un po’ di minuti a questa parte. Napoli sembra pagare l’improvvisa fiammata dei padroni di casa, butta via un paio di buone occasioni in attacco e a 2’20” dal termine subisce la tripla di Collins che manda i titoli di coda sulla partita. Nel finale c’è spazio per l’acclamatissimo ex Francesco Guarino in una formazione napoletana che trova 3 punti con Monaldi, dall’altra parte coach Vertemati concede spazio al duo Doneda-Nani dopo i 4 punti con cui Caroti fissa il punteggio finale sul 73-58.

Decisivi per la vittoria trevigliese le prestazioni di Pacher (doppia doppia da 14 punti e 12 rimbalzi a cui il lungo statunitense aggiunge ben 8 falli subiti) e Borra (13 punti e 7 rimbalzi), in doppia cifra anche Collins (13 punti, 4 rimbalzi e 4 assist), Caroti (13 punti e 4 assist) e Palumbo (11 punti e 4 rimbalzi).

A Napoli non basta la buona partita di Sherrod (doppia doppia da 15 punti e 11 rimbalzi), Monaldi (13 punti e 5 assist) e Sandri (11 punti e 3 rimbalzi).

BCC Treviglio 73–58 Generazione Vincente Napoli (parziali: 21-14, 40-25, 54-40)

BCC Treviglio: Pacher 14, Collins 13, Cagliani n.e., Amboni n.e., Reati 7, Caroti 13, Doneda, Nani, Palumbo 11, D’Almeida, Taddeo 2, Borra 13. All. Vertemati

Generazione Vincente Napoli: Erkmaa n.e., Guarino, Mastellari 2, Iannuzzi 2, Roderick 9, Klacar n.e., Chessa 6, Sandri 11, Monaldi 13, Spizzichini, Sherrod 15. All. Cavaliere

StatisticheTreviglio: 17/29 da 2, 8/28 da 3, 25/57 totale, 15/21 ai liberi; Napoli: 21/37 da 2, 2/19 da 3, 23/56 totale, 10/15 ai liberi.

Arbitri dell’incontro: Roberto Radaelli di Rho (MI), Simone Patti di Montesilvano (PE), Michele Capurro di Reggio Calabria (RC)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy