Udine si riprende il derby, è rivincita con Cividale

0

Apu Old Wild West Udine – UEB Gesteco Cividale 73-66 (11-13, 24-22, 19-15, 19-16)

Apu Old Wild West Udine: Diego Monaldi 26 (3/7, 5/11), Raphael Gaspardo 16 (2/2, 4/10), Ethan Esposito 11 (3/4, 1/2), Francesco Pellegrino 6 (2/5, 0/0), Michele Antonutti 4 (0/2, 0/2), Mattia Palumbo 4 (2/3, 0/0), Marco Cusin 4 (2/3, 0/0), Tommaso Fantoma 2 (1/1, 0/1), Vittorio Nobile 0 (0/1, 0/2), Gianmarco Bertetti 0 (0/0, 0/2), Giovanni Brescianini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Raphael Gaspardo 9) – Assist: 14 (Mattia Palumbo 5)

UEB Gesteco Cividale: Eugenio Rota 19 (1/3, 5/7), Dalton Pepper 14 (3/6, 1/5), Giacomo Dell’ agnello 6 (3/4, 0/1), Aristide Mouaha 6 (1/3, 1/3), Gabriele Miani 6 (1/2, 1/2), Leonardo Battistini 6 (3/5, 0/0), Lucio Redivo 5 (1/3, 1/5), Giacomo Furin 2 (1/3, 0/0), Alessandro Cassese 2 (0/0, 0/2), Michael Cuccu 0 (0/0, 0/0), Enrico Micalich 0 (0/0, 0/0), Brenno Barel 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 16 – Rimbalzi: 33 7 + 26 (Eugenio Rota 6) – Assist: 14 (Eugenio Rota, Aristide Mouaha 3)

Serata indimenticabile per l’Apu Old Wild West Udine che al PalaCarnera ha battuto Ueb Gesteco Cividale per 73-66. Nonostante le tante assenze e una condizione fisica precaria per diversi elementi, i bianconeri hanno avuto la meglio nel derby, conquistando la sesta vittoria casalinga consecutiva e due punti fondamentali per la classifica, dopo i 4 persi a causa del fallimento di Kleb Basket Ferrara. Mvp dell’incontro Diego Monaldi, top scorer con 26 punti (5/11 nei tiri da 3) e con 22 di valutazione complessiva. La prossima settimana il campionato di Serie A2 si fermerà per le Final Four di Coppa Italia (in programma sabato 11 e domenica 12 marzo a Busto Arsizio), dunque i bianconeri torneranno in campo domenica 19 marzo per il big-match con Unieuro Forlì alla Unieuro Arena (palla a due alle 18.00).

Per il derby con Cividale, coach Carlo Finetti recupera in extremis Michele Antonutti (che venerdì è rimasto coinvolto in un incidente stradale, riportando una forte contusione al collo e al polso), Vittorio Nobile (fermo da alcuni giorni per un problema all’adduttore), Marco Cusin (assente nelle ultime due gare per infortunio) e inserisce nei dodici il neo-acquisto Gianmarco Bertetti. Ancora out, invece, Isaiah Briscoe, mentre in settimana Keshun Sherrill ha lasciato l’Apu Old Wild West Udine per accasarsi alla Staff Mantova. Indisponibile anche Alessandro Gentile, fermato dal giudice sportivo per due turni dopo i fatti di Chieti. Questo, dunque, il quintetto di partenza: Monaldi, Nobile, Gaspardo, Antonutti e Pellegrino. Dopo trenta secondi Furin sblocca la gara (0-2), mentre Gaspardo realizza la prima tripla (3-2) e Pellegrino, su assist di Monaldi, firma il +3 bianconero (5-2). Nuovo vantaggio gialloblu a metà periodo con Mouaha (7-8) e, a un minuto e 44 secondi dalla fine del primo quarto, la Gesteco si porta sul +4 (9-13) grazie alla tripla di Miani e ai liberi trasformati da Cassese (2/2, fallo di Esposito). Nel finale Esposito fissa il primo parziale sull’11-13. In avvio di secondo periodo primi punti per Redivo per il nuovo +4 gialloblu (11-15). Tra il terzo e il quarto minuto di gioco Cividale prende il largo con Pepper (tripla) e Battistini (15-22). Monaldi accorcia dall’arco (18-22) e a metà periodo Esposito (21-24) e Gaspardo (24-26) non sono da meno. L’Old Wild West acquista fiducia e a quattro minuti dall’intervallo lungo ritorna avanti con Monaldi (28-27). I ritmi rimangono alti: a 28 secondi dalla seconda sirena Monaldi piazza la seconda bomba per il nuovo +2 bianconero (35-33). Con i liberi trasformati da Rota (fallo di Bertetti) si conclude il primo tempo (35-35).

La seconda parte del match inizia con la tripla di Mouaha (35-38). Miani aumenta il divario (35-40), ma nei minuti successivi inizia il Monaldi-show: l’ex Scafati realizza tre bombe consecutive che fanno letteralmente esplodere il PalaCarnera e Gaspardo completa l’opera firmando il +6 bianconero (46-40). Dopo aver subito l’11-0 Pepper accorcia (46-42) e a metà periodo Rota dall’arco riporta in partita la Gesteco (46-45). Nei minuti finali del periodo si continua a lottare: Gaspardo e Rota duellano dalla linea dei tre punti (52-50) e a meno di centoventi secondi dalla terza sirena si sblocca anche Cusin per il nuovo +4 dei padroni di casa (54-50) con il quale si va all’ultima frazione. La Gesteco va subito a segno con Redivo (54-53), ma in un minuto l’Old Wild West vola sul +5 con Monaldi e Palumbo (58-53). A 7 minuti e 32 secondi dalla fine dell’incontro Esposito firma il +7 bianconero (60-53). Ancora il numero 30 ribadisce il distacco trenta secondi più tardi realizzando i due liberi concessi dalla terna arbitrale per fallo di Miani (62-55). Pellegrino dalla lunetta (2/2, fallo di Battistini) regala il primo +9 agli uomini di Finetti (64-55). A 4 minuti e 33 secondi dalla fine della partita Antonutti ribadisce (66-57) e venti secondi dopo Pellegrino mette una seria ipoteca all’incontro con un canestro molto contestato dai gialloblu (68-57), che rispondono subito con Rota (68-60). Cividale continua a crederci e a 2 minuti e 40 secondi dalla fine realizza il -6 con Pepper (68-62), di nuovo a segno a un minuto dall’ultima sirena dalla lunetta (1/2, 68-63). Nel finale viene sanzionato un fallo tecnico a Rota e in precedenza un fallo di Pepper a Monaldi, cecchino dalla lunetta: 3/3 per l’ex Scafati (71-63). Rota replica dall’arco (71-66) e Antonutti chiude le ostilità: 73-66. Festa bianconera al Carnera.

UFF. STAMPA APU UDINE