Udine si riscatta e conquista al Carnera due punti contro Chiusi

0
foto APU UDINE

Terza vittoria stagionale per l’ APU Old Wild West Udine, che davanti al suo pubblico, nel giorno del compleanno del Presidente Pedone, batte Umana Chiusi invertendo la rotta presa meno di tre giorni fa contro Verona. Mvp bianconero Raphael Gaspardo , autore di 20 punti (6/7 da due, 2/4 da tre e 2/3 dalla lunetta),8 rimbalzi e 28 di valutazione complessiva. In avvio del primo quarto, Coach Vertemati schiera in campo il quintetto formato da: Caroti, Clark, Ikangi, Gaspardo e Delia.

Apre le danze “il Gaucho” Marcos Delia che con due canestri da dentro il pitturato crea un parziale di quattro lunghezze per i bianconeri. Possamai sfrutta una palla persa di Caroti per accorciare in contropiede (4-2). Si sblocca anche Clark con una penetrazione che vale il momentaneo +4, annullato dai canestri in successine di Raffaelli e Tilghman. Escono Ikangi per Arletti, Caroti per Alibegovic e Clarck per Capitan Monaldi. Lo stesso Capitano serve Delia da sotto per la schiacciata del nuovo vantaggio bianconero, Alibegovic incrementa, ma nuovamente la tripla avversaria, questa volta del Capitano di Chiusi Bozzetto, annulla quanto di buono costruito in precedenza, tenendo la squadra Toscana sempre in scia. Ancora triple, Monaldi prima e Raffaelli poi concludono il primo quarto sul punteggio di 14-12. Si sblocca Da Ros dal campo, in apertura della seconda frazione, riportando Udine ad un possesso di distanza. Chiusi risponde colpo su colpo, l’ex Jerkovic realizza quattro punti consecutivi, Arletti e Gaspardo provano a risuonare la carica bianconera gravata però già da cinque falli commessi nei primi cinque minuti di gioco (23-21). Ne approfitta Raffaelli che subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta ristabilendo la parità. Si accende nuovamente la retina bianconera, questa volta innescata da Sir Jason Clark che ne mette cinque di seguito, Delia subisce fallo e fa 2/2 dalla lunetta portando Udine sul nuovo massimo vantaggio di +7 (32-25). Polveri bagnate a fine quarto con il punteggio che impatta sul 34-29 in conclusione della seconda frazione di gioco.

Partenza di tutt’altra intensità quella di Udine che entra in ritmo ed al rientro dalla pausa lunga, con in canestri in successione di Caroti, Gaspardo, Clark e Delia e la tripla di Alibegovic costringono Chiusi al time out con un parziale di 14 punti (50-36). Un esubero di falli del fronte bianconero (in bonus dopo meno di cinque minuti),mette Chiusi nelle condizioni di rientrare, ma nuovamente la bomba di Gaspardo consente ad Udine di mantenere la doppia cifra di vantaggio (53-40). Spear punisce da tre, Monaldi fa 1/2 dalla linea della carità, ma è cinico da dietro l’arco (57-44). Il quarto si conclude poi con la fortunosa tripla di Jerkovic (57-54). Ancora una tripla ad aprire l’ultimo quarto di gioco, Capitan Monaldi incendia il Carnera, Da Ros regala assist-spettacolo ai compagni di squadra, ma Chiusi con i canestri di Dallosto e Possamai non permette ai padroni di casa di mettere la parola fin all’incontro (62-51). Ancora Mirza da tre, poi Caroti realizza da sotto, ma non concretizza il libero supplementare (67-53, fallo di Possamai). Continuano le incursioni da entrambe le parti del campo, Udine a tre minuti dalla fine dell’incontro è più precisa e dimostra di avere saldamente le mani sul manubrio dell’incontro mantenendo il vantaggio sopra la doppia cifra ed allungando (73-59). La bomba di Alibegovic sigla la fine dell’incontro e la vittoria per l’Apu Old Wild West Udine sul punteggio di 78-60.

APU OLD WILD WEST UDINE –  UMANA CHIUSI 78-60

(14-12, 34-29, 57 -54)

APU OLD WILD WEST UDINE: Vedovato 0, Clark 11, Alibegovic 14, Caroti 7, Arletti 2, Gaspardo 20, Delia 10, Dabo NE, Da Ros 2, Zomero NE, Monaldi 12,  Ikangi 0. All. Adriano Vertemati

UMANA CHIUSI: Tilghman 13, Spear 7, Lorenzoni NE, Dellosto 5, Chapelli 0, Martini NE, Bozzetto 5, Jerkovic 7, Raffaelli 15, Possamai 8. All. Giovanni Battista Bassi

Arbitri: Pecorella, Yao, Picchi.

Uscito per cinque falli: nessuno

UFF. STAMPA APU UDINE