Ultimo quarto decisivo per la Virtus Roma, sconfitta Casale

UNICUSANO ROMA – NOVIPIÙ CASALE MONFERRATO 79-68

di Nicola Lupo, @NikiLupo25

UNICUSANO ROMA – NOVIPIÙ CASALE MONFERRATO 79-68 (20-22; 17-13; 15-14; 27-19)

Roma: Brown 12, Raffa 17, Benetti 8, Piccolo n.e, Di Simone n.e, Chessa 10, Sandri 10, Baldasso 13, Landi 9, Vedovato n.e. Coach: Corbani.

Casale: Tolbert 6, Denegri 10, Tomassini 18, Natali 6, Blizzard 10, Di Bella 4, Martinoni n.e, Severini 7, Ruiu 7, Valentini. Coach: Ramondino.

Parte forte la Junior Casale grazie a Tomassini che dimostra subito di essere in serata, segnando 7 punti nei primi due minuti di gioco e confezionando insieme a Natali un break di 2-10. Dall’altra parte, la Virtus cerca subito di colmare il gap e ci riesce, riportandosi in scia. Il canestro che vale il primo vantaggio capitolino porta la firma di Aristide Landi a 3′ dal termine del quarto, accompagnato dalla tripla del compagno di squadra Baldasso. Le due compagini rimangono appaiate per tutto il resto del primo periodo, con un canestro di Severini che consente a Casale di andare a riposo in vantaggio 20-22.

Roma abbassa la saracinesca e limita nettamente la Novipiù in fase offensiva. Infatti, nei primi cinque minuti del secondo quarto la Junior non riesce a segnare più di quattro punti, messi a referto da Ruiu. La Virtus riesce così a portarsi a due possessi di vantaggio sugli avversari, Blizzard tenta di scuotere i suoi con la tripla del -1 ma arriva subito la risposta di Chessa che ridà fiato alla formazione locale. È di Tolbert l’ultimo canestro del primo tempo: le due squadre si dirigono verso gli spogliatoi sul punteggio di 37-35 a favore della Virtus Roma all’intervallo lungo.

John Brown apre le danze nel terzo quarto con un gioco da tre punti che vale il +5 per la Virtus. Tomassini e Tolbert rispondono e permettono a Casale di impattare sul 40-40, ma i padroni di casa allungano nuovamente. Le difese continuano a prevalere sugli attacchi, infatti sia Roma che Casale trovano difficoltà a trovare la via del canestro con continuità. Tolbert prova a dare una scossa al match con la schiacciata del 52-49, risultato con cui le due squadre chiudono il terzo periodo.

La giocata di Tolbert avrebbe potuto permettere a Casale di affrontare l’ultimo quarto con la giusta mentalità per riprendere il controllo del match, ma ciò non ottiene l’effetto sperato: infatti, Roma si porta sul +9 grazie alle bombe di Baldasso e Benetti. Il divario fra le due squadre aumenta ulteriormente, con gli uomini di coach Corbani che toccano un massimo vantaggio di 13 punti grazie ad un buon lavoro in difesa. Si tratta dell’allungo che decide l’incontro: gli ospiti cercano in qualche modo di rientrare in partita con i canestri di Denegri e Tomassini, ma ormai i due punti in classifica sono della Virtus Roma che controlla i minuti finali e vince 79-68.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy