Verona accelera nel secondo tempo: Luiss al tappeto

0

Tezenis Verona – Luiss Roma 89-77 (23-21; 42-44; 69-66).

Torna alla vittoria casalinga Verona, ispirata dal solito Ivan Buva (23 e 7 rimbalzi), da un ottimo Udom (17) e dal contributo positivo della panchina (bene i fratelli Bartoli). La Luiss Roma, sorretta da un Sabin troppo impreciso da tre (4/14) e da un Cucci coraggioso (20 e 9 rimbalzi), non riesce a rispondere all’innalzamento energetico di casa nella seconda metà di gara, vinta per 47-33 dalla Tezenis. Luci e ombre l’esordio di Cain (12 e 4 rimbalzi).

Canestro e fallo per Esposito a sbloccare la squadra di casa, corroborata dalla puntura di Udom da sotto. A mettere in partita Roma ci pensa il neo arrivato Cain con un gioco da tre punti imitato da Cucci per il sorpasso (7-5). Verona risponde azionando il talento tecnico di Buva sotto i tabelloni. Jovovic e Udom si scambiano triple per la parità (10-10) in una gara dal ritmo serrato e piacevole. Esposito e DeVoe accelerano, Sabin e Fallucca rintuzzano e sorpassano (19-18). L’ultima parola è però della Tezenis: Esposito colpisce da tre, Buva dalla lunetta e dopo 10′ è 23-21 per i locali.

Le scorribande di Udom e la solita presenza di Buva marchiano l’inizio del secondo quarto. La Luiss mantiene alta l’intensità del suo corri e tira, scende a -6 (25-31) ma non molla la presa grazie all’asse formato da Cain e Sabin e dall’entrata di D’Argenzio che firma la parità (31-31). Gli ospiti prendono ulteriore ritmo con super Sabin, Verona deve vedersela con un DeVoe spento e con i problemi di falli di Esposito ma in attacco tengono con i soliti Udom e Buva. Cucci regala ai suoi il +4 (42-38), la Tezenis rimedia con l’aggressività di Vittorio Bartoli e Penna ma l’ultimo canestro del primo tempo è di D’Argenzio44-42 Roma a fine primo tempo.

Inizia il terzo periodo e subito due triple di Sabin scavano il +8 (50-42) ospite. Verona non ci sta e risponde con un contro 10-0 propiziato da Udom e Buva e da sei punti filati del “redivivo” DeVoe. Roma para la mareggiata con Villa ma DeVoe prende fuoco. È un po’ tutta la Tezenis che trova ritmo offensivo con i canestri anche di Saverio Bartoli e di Gazzotti per il nuovo +6 (61-55). Gli ospiti si affidano a Cucci e Cain per rimanere in partita e ritrovare il sorpasso sul +1 (64-63). L’equilibrio permane anche se stavolta è la Tezenis a dare l’ultimo sussulto con le tripla di Saverio Bartoli ed Esposito per il +3 locale (69-66) alla penultima sirena.

A inaugurare il quarto decisivo ci pensa il positivo Udom con 5 punti filati per il +8 (74-66). Ma dall’altra parte non demorde Cucci che posta il suo diciottesimo punto. Imitato da Buva che torna a farsi sentire. Vittorio Bartoli colpisce, Buva ribadisce il gioco da tre punti: +12 (81-69) scaligero a metà quarto. Nonostante gli sforzi di Sabin, che sparacchia, la Luiss perde il controllo della propria difesa: ne approfitta ancora Vittorio Bartoli, che infila la tripla, e Devoe, che segna due liberi, a mettere la gara sulla strada gialloblu sul +14 (89-75) a 1′ dalla fine.

Tabellini.

Verona: Penna 5, DeVoe 15, Udom 17, Esposito 11, Buva 23, Gajic , Gazzotti 4, V. Bartoli 7, S. Bartoli 7. All.: Ramagli

Roma: Pasqualin, Sabin 26, Jovovic 4, Cain 12, Cucci 20, Salvioni 2, Fallucca 5, Villa 2, D’Argenzio 6, Murri. All.: Paccarie’.