Verona facile a Veroli, performance monstre di Monroe

0

La Tezenis Verona espugna il Palas di Frosinone all’esordio stagionale (55-78): dura poco più di un quarto la resistenza della nuova Veroli all’esordio contro una delle corazzate del campionato. Avvio equilibrato con gli scaligeri che provano a scappare ma i ragazzi di D’Arcangeli chiudono avanti a fine primo quarto (20-18). Ramagli fa valere la profondità della sua panchina e con un parziale di 24-7 costruisce il margine che manda la squadra tranquilla negli spogliatoi (27-42). Partita di fatto chiusa per Veroli che non trova la forza per un tentativo la rimonta, chiudendo a quota 55 alla sirena finale. Top scorer Monroe, autore di 26 punti; per Veroli il migliore è Legion (19).

VEROLI: Grande 5, Legion 19, La Torre 6, Wojciechowski 9, Shaw 14, Guariglia ne, Forte ne, Radonjic ne, Cacace, Da Campo ne, Cucci 2, Bucarelli. All. D’Arcangeli

VERONA: Umeh 9, De Nicolao 9, Boscagin 8, Ndoja 5, Monroe 26, Reati 8, Bartolozzi, Mazzantini 2, Gandini 6, Giuri 5. All. Ramagli
1° quarto – Veroli scende in campo con Grande nello slot di play, Legion in guardia, La Torre come ala piccola ed infine Shaw e Wojciechowski sotto canestro. Verona risponde con De Nicolao, Umeh, Boscagin, Ndoja e Monroe. Il centro polacco giallorosso fa sua la palla a due e inchioda subito la schiacciata. Verona piazza immediatamente un parziale di 12-0 condotto principalmente da Umeh con le sue triple a raffica (3su3). Veroli però rialza presto la testa e con le triple di Grande, Legion e La Torre ritrova in poco tempo la parità, costringendo coach Ramagli a chiamare un time out. Al rientro sul parquet le cose non sembrano cambiare e Legion punisce ancora la difesa veronese con un’altra bomba. La Tezenis alza il livello di intensità difensiva e Veroli non riesce più a trovare il canestro con continuità. Monroe decide di prendersi la squadra sulle spalle e con una serie di bei piazzati tiene Verona incollata. Il finale del primo quarto vede i ciociari sopra di 2 punti (20-18).
2° quarto – Veroli rientra in campo con Grande, Bucarelli, Legion, Cucci e Shaw, mentre gli ospiti schierano Giuri, Umeh, Reati, Ndoja e Gandini. Per tre minuti nessuna delle due compagini riesce a trovare la via della retina, ma a 7 minuti dalla fine del quarto ci pensa Gandini con l’appoggio da sotto a riequilibrare le sorti del match sul 22 pari. Veroli non segna più a la formazione ospite prova a scappare nel punteggio. De Nicolao con le rubate e Monroe con gli appoggi da sotto canestro sono i trascinatori per gli scaligeri, i quali danno l’impressione di aver dato la svolta decisiva al match. Shaw non vuole arrendersi e fa partire un siluro da 3 punti totalmente fuori equilibrio che incredibilmente va a segno. 27-35. Ma è solo un fuoco di paglia perché la squadra di Ramagli imprime una nuova accelerata con la bomba di Reati prima e l’affondata di De Nicolao dopo l’ennesimo recupero. Si va al riposo lungo con Verona avanti 27-42.
3° quarto – Si riparte con Veroli alla rimessa. Primi 2 punti con la firma di Kuba Wojciechowski. Legion si erge a difensore della patria e con una serie di giocate spettacolari porta Veroli sotto la doppia cifra di svantaggio, 38-46. Ramagli imbufalito chiede la sospensione, e fa bene perché Verona tornando sul parquet imprime un ritmo insostenibile per i ciociari, sia in attacco che in difesa. Capitan Boscagin prima e Ndoja poi realizzano dalla lunga distanza. La Torre commette il 3° fallo, Legion commette fallo in attacco, Veroli è completamente nel pallone e a peggiorare la situazione ci si mette l’ex varesino De Nicolao che continua a soffiare palloni sotto il naso dei padroni di casa, e a concludere senza pietà in schiacciata. Il tabellone del palas recita 41-61 alla fine del terzo tempino.
4° quarto – Il copione di gioco nell’ultima frazione non cambia. I giallorossi fanno una fatica immane per trovare punti mentre Verona mantiene solido il vantaggio con i tap in di Gandini e gli appoggi sotto canestro di Monroe. Sul 46-69 è coach a D’Arcangeli a chiedere il time out per provare a scuotere i suoi ragazzi ed evitare una sconfitta di proporzioni clamorose. Ancora Legion con il reverse e Shaw con la tripla provano a rialzare la testa, ma Giuri con il fallo e canestro fa sprofondare di nuovo sotto il ventello di svantaggio i padroni di casa. La partita si conclude senza ulteriori emozioni con il punteggio di 55-78.
Migliori realizzatori per Veroli: Legion con 19 punti a cui aggiunge 4 rimbalzi e 3 assist. Shaw con 14 punti e 5 rimbalzi. Per Verona Darryl Monroe assoluto dominatore con 26 punti e 4 rimbalzi.
Spettatori:700 circa.

Fotogallery a cura di Matteo Paniccia