Verona festeggia Ramagli: Juvi Cremona ko

0
CREDITS: SCALIGERA VERONA

Tezenis Verona – Juvi Cremona 89-68 (28-21; 47-42; 68-58)

Verona festeggia le 239 panchine di Alessandro Ramagli (allenatore con più presenze nella storia della società) e il rientro alla piena efficienza fisica di Stefanelli battendo in scioltezza la Juvi Cremona. Il solito Ivan Buva, la solidità di Liam Udom e l’intensità difensiva soprattutto da metà terzo quarto in poi, indirizzano la gara.

L’inizio della Juvi è convincente. Dopo i liberi iniziali di Buva che sbloccano la contesa, Costi, Cotton e Vincini alzano l’intensità da subito e fanno volare gli ospiti sul 13-6. Buva ed Esposito calamitano il gioco di Verona in area, ben bilanciato sul perimetro da Udom che completa un break di 9-2 per la parità (15-15). I primi segni di impatto di Tortù e Shahid non bastano a parare la risalita gialloblu. Stefanelli piazza il +5 (22-17), poi dopo la puntura di Timperi, la rientrante guardia di casa mette la tripla e, con il solito aiuto di un brillante Udom, chiude il primo quarto sul 28-21.

L’impatto di Cremona sul secondo quarto è ancora brillante. Subito due triple di Shahid e Benetti e poco dopo la Juvi annulla lo svantaggio (30-30). Verona mette in moto DeVoe, rimette in ritmo Buva e prova a scappare di nuovo sul +5 (35-30). La squadra di Bechi ha la risposta pronta: la schiacciata di Costi firma il sorpasso completando un contro parziale di 6-0 (36-35). Verona reagisce con Esposito, poi trova il contributo della coppia DeVoe-Buva che indirizza il vantaggio veronese. Stefanelli risponde a Shahid e al termine del primo tempo il punteggio è di 47-42 per i locali.

Nel terzo quarto la Tezenis amplia il proprio vantaggio. Esposito e Cotton si scambiano i canestri iniziali, lo stesso Cotton con la tripla e il canestro da sotto firma di nuovo il +1 per i suoi (56-55). Ma qui l’attacco della Juvi si blocca. Buva con la schiacciata suona la carica, Udom, Stefanelli ed Esposito alimentano un parziale di 13-0 che porta Verona fino al +12 (68-56) sancito dal canestro pesante di DeVoe. La crisi offensiva ospite, durata circa cinque minuti, viene bloccata dal canestro di Tortù. Ma Cremona perde la maniglia della gara e Verona è sopra di 10 (68-58) dopo 30′.

Nel quarto finale la Tezenis chiude i conti. La schiacciata di Vittorio Bartoli indirizza il match, Udom e Stefanelli cesellano un break di 10-2 che porta Verona a +18 (78-60). Anche Buva e DeVoe tornano al lavoro, mentre Cremona ha soltanto un sussulto con le triple di Costi e Timperi. Ma non c’è margine di risalita. Esposito e Vittorio Bartoli piazzano gli ultimi colpi fino al +21 finale.

Tabellini.

Verona: Penna, DeVoe 17, Udom 19, Esposito 11, Buva 23, S. Bartoli 1, Gajic, V. Bartoli 6, Mbacke. All.: Ramagli.

Cremona: Shahid 16, Costi 10, Cotton 11, Tortu’ 11, Vincini 6, Benetti 5, Timperi 6, Sabatino, Virginio 1. All.: Bechi.