Verona suona la nona con Greene: schiantata Ferrara

0
Credits: Scaligera Verona

Tezenis Verona-Top Secret Ferrara 91-68 (27-21; 45-37; 69-51)

Nona vittoria di fila per Verona, che schianta Ferrara al termine di una gara ben condotta da subito e inizia alla grande la seconda fase del campionato. Grande protagonista della contesa Phil Greene, 21 punti, che nei primi tre quarti è imprendibile dalla squadra avversaria.

Inizio gara in grande spolvero per gli attacchi. Greene e Jones spingono subito Verona sul 9-4. Ferrara, nonostante un approccio negativo e prolungato dei suoi americani, non molla la presa. L’ottimo impatto di Zampini e la tripla di Panni ricuciscono subito il punteggio fino al -1 (14-15). Quando poi Greene prova a scattare con un paio di canestri dei suoi, è Baldassarre a raffreddare le intenzioni dei padroni di casa, colpiti dai problemi di falli di Candussi. Lo scatto giusto per Verona è però della solita coppia Usa: Greene e Jones non hanno pietà della retina avversaria: 27-21 Tezenis dopo 10′ ad alto tasso offensivo.

La Top Secret aggiusta la difesa nel secondo quarto, aumenta l’intensità e prova a contenere la squadra veronese. Si fa vedere sotto canestro Fantoni, bravo a sfruttare tecnica e centimetri, ma gli americani restano al palo. Dall’altra parte Janelidze, che sostituisce Candussi gravato dai falli a centro area, non è contenibile. Baldassarre rappresenta con costanza un rebus per la difesa di Ramagli e fissa il -2 (34-36). Qui Rosselli entra in gara, colpisce da tre punti e ispira il solito Janelidze. I liberi di Greene fissano il 45-37 a fine primo tempo.

Inizia bene Verona a inizio terzo quarto. La squadra compila un 7-0 rapido con Greene e Candussi costringendo coach Leka al timeout. Hasbrouck e Baldassarre provano a fermare l’emorragia per Ferrara, ma Tomassini e Candussi non ci sta e aggiorna il massimo vantaggio a +18 (62-44). La Top Secret prova a lottare, difende con intensità ma non riesce a contenere la grande serata di Greene. Janelidze su assist di Rosselli conferma il +19 (67-48). Ferrara si appoggia al solito Baldassarre ma non basta. Dopo 30′ la Tezenis è saldamente avanti (69-51).

Severini e Caroti lanciano Verona nel quarto periodo: lo scatto dai blocchi è brillante e il +23 (78-55), propiziato da un paio di fendenti di Rosselli, è presto realtà. Fantoni tenta di farsi spazio sotto canestro, Zampini e Panni colpiscono dal perimetro. Ma il ritorno di Candussi e la puntura di Tomassini mantengono Verona avanti di 18 (81-63). Non c’è partita: ogni tentativo ospite e ben rintuzzato e Verona volta nel punteggio. E c’è spazio anche per i giovani al tramonto della partita.

Tabellini:

Verona: Tomassini 5, Greene 21, Severini 11, Jones 11, Candussi 12, Rosselli 9, Janelidze 12, Caroti 5. All.: Ramagli.

Ferrara: Panni 16, Hasbrouck 3, Pacher 2, Baldassarre16, Fantoni 10, Zampini 10, Filoni 5, Ugolini 1, Basso 6, Dellosto 2. All. Leka.