L’Acmar vuole mantenere inviolato il PalaCosta, contro Latina per vendicare la sconfitta dell’andata

0
Emmanuel Holloway e il pubblico del PalaCosta contro la Viola Reggio Calabria

Dopo una settimana dalla preventivabile caduta in quel di Tortona e dalla conseguente perdita della vetta della classifica, l’Acmar Ravenna sarà chiamata al riscatto, domenica alle 18, tra le mura amiche del PalaCosta, quando ospiterà la Benacquista Latina. I laziali, vincitori dello scontro d’andata anche grazie a qualche regalo degli allora ospiti, si trovano invischiati nelle zone pericolose della classifica nonostante la partenza di stagione 3-1 e cercano punti salvezza pesanti. Non sarà certo una passeggiata però vincere in terra romagnola con i giallorossi di Coach Martino che sono ancora imbattuti (8-0) in casa e non hanno mai perso due partite consecutive in questo campionato.

 

L’Acmar tra le mura amiche è assolutamente la miglior difesa del campionato (neanche 63 punti a partita concessi) e spesso trova anche maggiore fluidità in attacco. Il sistema di gioco basato sul collettivo dei padroni di casa, sembrati un po’ impacciati nelle ultime settimane se si fa eccezione per la straordinaria prestazione balistica contro Reggio Calabria, potrebbe così ritrovare i fasti di inizio stagione. Coach Martino dovrà ancora fare i conti con qualche acciacco, come i problemi al ginocchio di Cicognani che potrebbero complicare la rotazione dei lunghi, ma conta di ritrovare il miglior Amoni (influenzato a Tortona e comunque mai a suo agio con i ferri delle altre città), e con lui magari un’altra grande serata nel tiro da 3 punti, fondamentale che affossò Ravenna nel match d’andata (Ihedioha 5 su 8 dall’arco, 6 triple totali per i giallorossi).

 

Latina rispetto alla partita di andata è però completamente un’altra squadra, ha cambiato allenatore (dall’ex Forlì Luigi Garelli a Maurizio Bartocci) e preso un solido realizzatore americano come Drake Reed  (16,5 punti di media nelle 6 partite giocate finora), la cui marcatura sarà sicuramente una bella sfida per Holloway, finora eccezionale nelle sfide uno contro uno. Dovrebbe rientrare Mike Nardi, fermo da due settimane per problemi fisici e forse non solo, mentre potrebbe essere out Santolamazza, MVP contro Recanati, quando tra le file laziali ha inoltre esordito Marco Portannese, ex giovane di belle speranze che poco spazio ha trovato quest’anno nella Virtus, ma che l’anno scorso era stato un tassello fondamentale per la promozione dalla A2 Gold alla Serie A per Capo D’Orlando.

 

Ravenna quindi favorita, se non altro perché non perde in casa dal 9 febbraio 2014 contro Omegna, la stagione scorsa, ma occhio alla ‘nuova’ Latina, che necessita di punti salvezza, soprattutto considerando come si sono rinforzate le avversarie dirette come Piacenza. L’appuntamento è per domenica alle 18 al PalaCosta, e anche in streaming sul canale youtube della Lega Nazionale Pallacanestro, per Acmar Ravenna – Benacquista Latina.