ABF vs Basket Recanati: crocevia della stagione biancoceleste

0

Partita da dentro o fuori per i Leoni fiorentini questa quarta di ritorno del campionato. Ancora novità in casa Affrico; infatti è arrivato l’atteso centro in sostituzione di Pazzi. L’atleta prescelto è il fiorentino Francesco QUAGLIA, pivot di 207 cm in entrata da Montegranaro (A1). Seconda partita per lui coi colori affricani dopo lo sfortunato esordio di Mantova segnato dalla sconfitta sul buzzer beater. Altra novità è l’ingresso in società (pronosticato ed avverato) del consigliere provinciale Michele PIERGUIDI, quale responsabile dell’area tecnica. Crediamo che queste novità giovino sicuramente all’ambiente, un’iniezione di fiorentinità ed esperienza necessari per lo sprint finale che aspetta gli uomini di coach Caja.

Ospite in quel del Mandela Forum arriva la Basket Recanati. Quarta società marchigiana in ordine di Lega d’appartenenza, società sprovvista di sponsorizzazione ed iscrittasi con grande fatica alla Lega grazie al profondo impegno messo da patron Pierini e dai suoi collaboratori. Brutto cliente per i biancocelesti; infatti questa compagine ha dei precedenti recenti molto positivi quando incrocia le rappresentanti cittadine. L’anno passato venne a vincere contro la Pallacanestro Firenze con un tiro libero sul fil di sirena, anche grazie all’apporto dell’ex di turno Riccardo Castelli. Ed all’andata di questa Silver si sono imposti sempre di un punto contro l’Affrico.

Il campionato della squadra marchigiana non è stato finora esaltante, ma comunque tale da poterli presentare con due punti di vantaggio in tabella sui padroni di casa. Quattordici i punti conquistati, frutto di 7 vittorie in 18 partite. Solo due le vittorie esterne, molto larga quella della penultima giornata di campionato contro la derelitta Bari, di sole quattro lunghezze invece quella contro Mantova. Comunque una squadra che in media segna di più di Firenze; attenzione! Squadra che si troverà ad affrontare tre spareggi nelle prossime partite, Firenze, Reggio Calabria e Corato. Probabilmente motivazioni a mille per i marchigiani.

La partita non è da sbagliare per i Leoni, da questa e dal derby di giovedi passano le residue speranze di salvezza della squadra, incredibile ma vero! Ma vediamo nel dettaglio il roster con cui gli uomini agli ordini di coach Sacco arriveranno a questa sfida. Presentazione quasi superflua quella del coach pesarese, grande maestro al pari di Caja della pallacanestro italiana (si sono anche avvicendati sulla panchina della VL n.d.r.). Da oltre trent’anni sulle panchine di A1 ed A2, vincitore di una coppa Italia e del titolo di miglio allenatore dell’anno nel lontano ’85, vicecampione di Italia con Varese, l’ultimo anno in Lega Due con Barcellona.Terzo coach quest’anno sulla panchina gialloblu, dopo Bernardi e Pozzetti.

Roster abbastanza efficace, in grado di mandare 5 giocatori oltre i 10 di media e due fra i dieci migliori nei fondamentali. Solo Gnaccarini e Pierini i superstiti dello scorso campionato. Nuovi invece gli americani Mosley e Starring, l’italo-americano Pettinella, Fantinelli ed i giovani Tortù e Pullazi.

Play

#13     Matteo FANTINELLI  faentino, playmaker classe ’93 cresciuto nel settore giovanile della Fortitudo Bologna, due stagioni alla under 19 della odiata Virtus, l’anno passato a Mirandola in DNA Quest’anno medie da giocatore completo, 12 punti, quasi 4 rimbalzi ed oltre 3 assist di media per lui

#7       Marco GNACCARINI romagnolo classe ’81, play della squadra gialloblu, MVP l’anno passato contro Firenze, questa stagione un po’ sottotono ma sempre un bel giocatore per la categoria. Nel suo passato Senigallia e Roseto.

Guardia

#14     Sean Tavon MOSLEY, diamante dei gialloblu, guardia-ala di 192 clesse ’89 che ha giocato lo scorso anno nel campionato polacco nella squadra del Kotwica Kolobrzeg. Quinto miglior marcatore di Lega con oltre 19 di media ed oltre 6 rimbalzi. Osservato speciale.

#22     Daman STARRING  guardia classe ’88, 192 cm, in arrivo dalla Irvine University, ottimo difensore ed anche discreto realizzatore (13 i punti di media per lui in stagione).

Michele CARDINALI    pesarese classe ’78, guardia di 190 cm con tantissima esperienza (Forlì, Barcellona, Orlandina, l’ultima stagione in DNC con Loreto), neo acquisto gialloblù. 

Ala

#8       Attilio PIERINI   ala grande di 201 cm è il capitano di lungo corso degli avversari; oltre 12 anni di militanza. Oltre 9 punti e 4 rimbalzi di media questa stagione per lui, in crescita sotto l’aspetto realizzativo in queste ultime partite.

#33     Lorenzo TORTU’  figlio d’arte classe ’93 di Atri (TE), ala di 200 cm cresciuto nell giovanili della Scavolini Pesaro, con la quale ha anche assaggiato la A1, passato anche dalla Pisaurum in DNC, 5 minuti e oltre 2 rimbalzi di media nei circa 15 minuti di utilizzo in stagione.

#20     Rei PULLAZI  ala centro di 203 cm. per 100 kg, classe ’93 in prestito dalla Virtus Roma, Pool Eurobasket Roma in DNC e Scauri in DNB nel suo passato, anche lui spesso nelle rotazioni gialloblu, discreto rimbalzista.

Centro

#34     Ryan PETTINELLA     centro americano classe ’84 di 206 cm, naturalizzato italiano, ex di Montegranaro e Veroli in LegaDue, passato per la Spagna e vincitore di due scudetti nel campionato islandese col Grindavik. Nono miglior rimbalzista di Lega, con oltre 8 di media; anche discreto realizzatore con 12 di media.

Completano il roster i giovani Andrea Gurini, guardia ala classe ’94, Davide Raponi guardia classe ’97, Matteo Larizza play/guardia classe ’96, Marco Flamini guardia classe ’94.

Arbitreranno l’incontro i sigg. Materdomini Roberto di Grottaglie (TA), Volpe Vincenzo di Savona (SV), Perciavalle Alessandro di Grugliasco (TO).

Queste le parole di coach Caja in vista della sfida “Quella contro Recanati è una partita sicuramente importante. Un bivio importante per la stagione, inutile nasconderlo. Dobbiamo trovare il giusto equilibrio per non avere angoscia, ma se guardiamo la classifica, con dodici partite alla fine, questo gara contro Recanati è uno scontro diretto per la salvezza. La squadra ha lavorato bene, come sempre. Recanati è una squadra con un quintetto solido. Dobbiamo cercare di tenere fuori dallo spogliatoio ansie legate alla classifica. Dobbiamo pensare partita dopo partita. Vedo giocatori che sono cresciuti, il quotidiano mi dà sensazioni positive. Rancic e Quaglia in questi dieci giorni hanno lavorato e sono più inseriti nella squadra. C’è bisogno dell’apporto di tutti, con un atteggiamento positivo e di fiducia”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here