Agrigento: battere gli Sharks per approdare ai piani alti

0

L’urlo dei giganti agrigentini di coach Franco Ciani, domenica scorsa, è riecheggiato al PalaCosta di Ravenna contro l’Acmar del Presidente Roberto Vianello. Solidità mentale, concretezza e compattezza le armi messe in campo dai giocatori siciliani in canotta biancoazzurra nella sesta vittoria della stagione, quarta consecutiva e seconda “on the road”, ottenuta contro gli avversari allenati da coach Lanfranco Giordani. Vittoria dall’elevato peso specifico, per il morale e per la classifica, che dà agli uomini del Presidente Salvatore Moncada maggiore consapevolezza dei proprio valore, ma che lancia un messaggio chiaro ed inequivocabile al campionato: la Fortitudo Agrigento c’è. E se le ottime prestazioni in terra emiliana dei giocatori del quintetto titolare non rappresentano una novità, il contributo fornito dalla panchina tradotto in 19 punti (Giovanatto 8 con due triple chirurgiche, Di Viccaro 6 e De Laurentiis 5) ed in intensità, evidenzia un incoraggiante segnale positivo. Alla decima giornata del campionato Lnp Adecco Silver, dalla squadra siciliana è stata conquistata quota dodici, in piena zona play off, posizione in linea con le aspettative della società agrigentina, a quattro punti di distanza dalla battistrada Mobyt Ferrara e a due dalla seconda in classifica, l’Assigeco Casalpusterlengo.  Condizione ottimale per potere preparare con serenità, ma con la solita concentrazione ed instancabile impegno la gara in programma domenica prossima al PalaMonacada, valida per l’undicesima giornata del torneo.  A fare visita a capitan Giovanatto e compagni  saranno gli  “Squali” della Modus FM Roseto, piazza gloriosa dove la passione per il basket è di casa, con il pubblico più caldo e caloroso della Lega, ottava in classifica a quota 10 punti, in compagnia di Matera e Lucca. L’obiettivo dei biancoazzurri agrigentini è centrare la quinta vittoria consecutiva, ma l’avversaria di turno, una delle squadre che in estate è stata indicata fra le possibili outsider del torneo, dopo il cambio di guardia alla guida tecnica con il ritorno a casa del coach rosetano Tony Trullo, in sostituzione dell’italoamericano Phil Mellillo, esonerato dopo la sconfitta interna subita per mano della Torrevento Bnb Corato all’ottava giornata, si è rinforzata in settimana con l’arrivo di Nika Metreveli. Un’aggiunta nel roster abruzzese dall’alto profilo, visto lo spessore tecnico dell’ultimo arrivato in casa “Sharks”. Ala-centro di 212 cm. di nazionalità georgiana, ma tesserato come italiano per aver compiuto la trafila nei tornei giovanili del nostro Paese, la passata stagione ha giocato con la canotta rossoverde dei “Lupi” di Omegna guidati da coach Di Lorenzo. Giocatore che vanta l’esordio in LegaA ed in Eurolega con la Mps Siena di coach Pianigiani, ma è con la Dinamo Sassari  di coach Meo Sacchetti a vivere nel 2011/2012 la migliore stagione nella massima serie: 3.6 punti in 10 minuti di utilizzo nelle 29 gare giocate. Ed il lungo georgiano va a rinforzare notevolmente il reparto lunghi della franchigia abruzzese dove farà coppia con Luca Bisconti, altro giocatore di grande qualità, considerato tra i migliori pivot della categoria, specializzato in promozioni (Latina, Barcellona e Trapani).  Il punto di forza della squadra abruzzese, senza dubbio, è rappresentato dalla coppia americana costituita da Kevin Sowell ed Alex Legion che, in compagnia del centro leccese ex Liomatic Bari, garantiscono il 66% dell’intero fatturato della franchigia rosetana (51.8 punti sui 78.4 totali di squadra). Sowell (18,8 punti), è un play-guardia trentaduenne, eclettico, veloce con buone doti fisiche ed atletiche, con ottime qualità offensive. Forte nell’uno contro uno, pericoloso dalla lunga distanza da dove colpisce costruendosi il tiro dal palleggio o sfruttando gli scarichi dei compagni di squadra, in difesa e nella gestione dei possessi (4 perse a gara) i nei del giocatore nato ad Hamilton, nello stato dell’Ohio.  Alex Legion, guardia-ala del 1988, nato nel Michigan, giocatore dinamico ed intelligente, forte nel fisico e pericoloso in attacco, è il più grosso “azionista” della squadra con 19,1 punti media arricchiti da 9.6 rimbalzi, che gli garantiscono rispettivamente la sesta e la quinta posizione nella classifica generale del torneo. In estate, dopo il “caso Young”, prima dell’arrivo di Kwame Vaughn, su Legion è stato concentrato l’interesse del ds della Fortitudo Agrigento Cristian Mayer. Il play titolare, reduce dalla passata stagione nella quarta serie nazionale con la canotta degli “Sharks”, è l’italo-argentino di Buenos Aires Nicolas Stanic, classe 1984, fornitore di 8.7 punti conditi da 4.5 assist ad allacciata di scarpa.  Dalla panchina una delle rotazioni a disposizione di coach Trullo è assicurata da Salvatore “Totò” Genovese, ala siciliana di Erice, classe 1987, reduce dalla buona stagione di Scauri in Dnb. La sua arma migliore: il tiro mortifero dall’arco dei 6.75. Inserito ad inizio campionato nello starting five della Modus FM nel ruolo di “4”, dopo alcune giornate, parte dalla panca cedendo il posto a Arcangelo “Lillo” Leo, altro giocatore riconfermato che completa il pacchetto lunghi della squadra biancoazzurra abruzzese. A completare le rotazioni, nel cambio degli esterni americani, con 15.3 minuti di gioco viene utilizzato Pierpaolo Marini giovane rosetano del 1993, ottimo prospetto con buone qualità di difensore e tiratore dalla lunga distanza.

La squadra della Città dei Templi è in salute, l’entusiasmo è alle stelle, il quadro in generale è buono, ma la gara contro gli squali rosetani è di quelle toste che non consente nessuna distrazione. Con l’arrivo a Roseto di Metreveli, per la  conquista dei due punti grande importanza rivestirà il confronto sotto canestro, dove sarà necessario l’importante aiuto dei lunghi Chiarastella, De Laurentiis, Giovanatto e dove grande interesse desterà  il derby leccese tra Luca Bisconti ed il “5” titolare della Moncada Manuele Mocavero (12.7 punti e 7.7 rimbalzi), giocatore  solido dal rendimento costante. Nelle dieci gare giocate dall’ex Barcellona, otto volte è andato oltre la doppia cifra, mettendo a segno in tre occasioni la doppia doppia. Ma la lo snodo della partita di domenica prossima,probabilmente, si giocherà nel settore esterno dove i due americani della Modus FM, Sowell e Legion, dovranno fare i conti con l’ottimo stato di grazia della coppia Vaughn – MIan. Grazie al talento, all’atletismo ed alla esplosività posseduta, i due giocatori dell’Agrigento, grandi protagonisti nella striscia positiva della loro squadra, producono 19,4 punti (41.9% da 3, 88.1% T.L. ) il coloured americano, 16.5 i punti forniti dall’ala goriziana.  Confermato il buono stato di forma di Alessandro Piazza. Il play bolognese, leader della speciale classifica per palle recuperate (3.1) e sesto per assist (4,9), ha mostrato anche nella trasferta di Ravenna grande smalto e ottimi numeri, confermandosi eccezionale lettore del gioco e tremendo realizzatore. Micidiali i 5 segnati nei secondi finali del terzo quarto, grazie ai quali la Fortitudo ha chiuso il periodo sul +11. A Peppe Anello, in ombra nella gara contro l’Acmar, il compito di farsi trovare pronto quando sarà chiamato a sostituire Piazza, fornendo minuti di qualità.

E sul momento positivo della Fortitudo Moncada Energy Group, è intervenuto con un comunicato della società siciliana coach Franco Ciani“All’inizio del campionato non stavamo giocando benissimo  – spiega l’allenatore friulano –  facevamo fatica, non ottenevamo grandi risultati. E questo ci ha spinto a fare ancora di più. E credo che questo ultimo mese ci abbia dato riscontri positivi. Domenica ci presenteremo davanti al nostro pubblico con la consapevolezza di vivere un momento positivo e di essere stati capaci di costruirlo dopo un avvio non facile. E’ un momento di ulteriore sinergia. Si sta facendo una scrematura nella parte alta della classifica e l’opportunità di avere una gara – non facile – in casa, potrebbe essere un momento di ulteriore crescita e di ulteriore conferma di qualità”.

Cosa ha funzionato in queste ultime partite rispetto all’inizio del campionato?Per coach Ciani, senza ombra di dubbio, la solidità nei momenti finali e la volontà fortissima di non mollare. “Soprattutto nei momenti caldi – dice ancora l’allenatore biancazzurro – siamo rimasti lucidi in attacco e aggressivi in difesa. Sono cose che abbiamo maturato con maggiore convinzione nel corso del tempo. Resta, però, il ‘problema’ della gestione dei vantaggi: siamo molto più brillanti nei momenti in cui siamo sotto o nei momenti in cui gli avversari hanno fatto un buon parziale. Mentre quando siamo in un momento positivo della gara, ottenendo vantaggi importanti, ecco che fatichiamo, perdiamo concentrazione, intensità, e concediamo il recupero e il vantaggio, anche in spazi temporali brevi. E’ il momento in cui il nostro lato migliore torna. Dobbiamo imparare a non sciupare i vantaggi” ha concluso il coach della Fortitudo Moncada Agrigento.

La palla a due è fissata per le ore 18.00 di domenica 8 dicembre al palazzetto “Raimondo Moncada”, gli arbitri della partita saranno Alessandro Tirozzi di Bologna, Stefano Wassernann di Pordenone e Leonardo Solfanelli di Livorno.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here