Bari: con Latina l’ultima tappa prima dei play-out

0

Il campionato di DNA 2012/2013 vivrà domenica l’ultimo atto prima della serie di playoff e playout che sanciranno promozioni e retrocessioni. Una stagione lunghissima e piena zeppa di impegni di questa formula a girone unico inizialmente  a 20 squadre,in seguito divenute 18 causa rinuncia di RIETI ed estromissione di BOLOGNA.

Tra le 18 partecipanti ai nastri di partenza, anche la LIOMATIC GROUP BARI alla sua seconda apparizione nel terzo campionato. Una squadra partita con buone ambizioni in virtù di una campagna acquista centrata su nomi di spessore per la categoria, ed un progetto di giovani piuttosto interessante. Ed i risultati nel girone di andata non sono mancati con un finale in crescendo che ha visto al giro di boa i cussini al 5° posto con la qualificazione per le Final Four di Coppa Italia sfuggita per pochissimo in favore di Castelletto Ticino (che da outsider solleverà quella coppa).

Il girone di ritorno invece ha riservato più ombre che luci ai biancorossi con un febbraio nerissimo in cui hanno collezionato 4 sconfitte che sommate ad i 2 turni di riposo forzati, li hanno visti precipitare in classifica a ridosso della zona playout. Zona playout diventata certezza a 3 turni dal termine del campionato dopo 2 bruschi ed inattesi stop. L’ultimo turno di campionato diventa cosi buono per migliorare la posizione nella griglia playout.

Un turno che vedrà i baresi sfidare la BENACQUISTA LATINA tra le mura amiche. Ma c’è di nuovo che la società del presidente Ronzo ha deciso di giocare quest’ultima gara al Palacus, rinominato Pala IZZO da dicembre in onore dello storico allenatore del Cus BARI Fulvio IZZO. Una scelta atta a ricreare un clima di calore e serenità attorno alla squadra, in un palazzetto più piccolo, sede di mille battaglie negli anni passati che hanno visto scrivere lunghe pagine di storia della società barese.

I nero-blu laziali invece a differenza dei baresi proprio grazie ad un girone di ritorno maiuscolo, hanno migliorato la loro posizione in classifica che li ha visti risalire dall’ultima piazza sino alla terz’ultima posizione. Molti meriti di questo cambio di rotta vanno ascritti alla nuova guida tecnica, ma anche ad un innesto importante, quel Manue CARRIZO già vincitore del campionato di DNA la scorsa stagione con la maglia di FERENTINO. Con lui i pontini hanno trovato il terminale offensivo devastante; l’argentino infatti spesso ha condito le sue partite con prestazioni monstre dal punto di vista dei punti realizzati.

Il resto appunto lo ha fatto coach Marcello BILLERI che ha improntato la squadra come meglio non poteva trovando le alchimie giuste. In cabina di regia il romano Riccardo SANTOLAMAZZA supportato dal giovane brianzolo Riccardo TAVERNELLI. Gli esterni sono l’esperto capitan Tommaso PLATEO ed il trevigiano Tommaso MILANI. Nello spot di ala piccola oltre al già citato CARRIZO, il giovane molto interessante salentino di Galatina Alessandro POTI’ devastante dall’arco col suo 44 % nella conclusione pesante. Sotto canestro l’ala-pivot milanese Marco ARRIGONI anche lui letale dai 6.75 col 47%, il robusto centro milanese Filippo GAGLIARDO 2° nella classifica stoppate ed il tosto centro livornese Alessandro CECCHETTI. Completa il roster la giovanissima ala pontina classe ’94 Andrea LONGOBARDI.

Palla a 2 alle 18 al Pala IZZO (ex Palacus) con ingresso gratuito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here