Bari: contro Recanati per tornare a sorridere

0

BARI – Torna tra le mura di casa la LIOMATIC GROUP CUS BARI dopo le 2 trasferte consecutive contro un avversario scorbutico e con un po’ di patemi di classifica. Sarà RECANATI di scena a BARI nella XXXIV° giornata in una sfida che si preannuncia delicata da ambo le parti. BARI infatti ha collezionato 2 sconfitte nelle ultime 2 uscite contro avversari diretti in lotta per un posto nella griglia playoff. Eloquente è stato il -33 subito a CASALPUSTERLENGO dalla truppa di Putignano in una gara che ha visto i cussini mai in partita. Urge quindi un cambio di rotta e riprendere a lottare per garantirsi un posto nei playoff per la prossima LegaDue Silver. Ma dal canto suo anche i giallo-blu marchigiani venderanno cara la pelle pur di uscire dalla palude dei playout in cui sono invischiati. Nell’ultimo turno i “Leopardiani” l’hanno spuntata sulla Viola REGGIO CALABRIA ed in classifica occupano la 13esima posizione con 26 punti, 2 in meno dei baresi, frutto di 13 vittorie e 17 sconfitte in 30 partite disputate.

All’andata al Pala CINGOLANI gli uomini del presidente Pierini si imposero con un pesantissimo +28 (90-68) in quella che fu la prima delle 3 gare disputate dalla LIOMATIC senza coach Putignano squalificato.
Recanati venica da quattro tempi con azzeramento contro la Sutor Montegranaro (SerieA) (55-77) che si ritrovano per la seconda volta dopo il triangolare di inizio stagione a Tolentino. Si giocava nella mitica “bombonera” che ha fatto la storia del basket sutorino e dove aleggia sempre un’atmosfera particolare. I calzaturieti si preparano a tornare al Palasavelli di Porto san Giorgio per il finale di stagione, il Basket Recanati fa le prove per la decisiva trasferta di Bari.
La vera Sutor è quella del primo periodo con Recanati che difende proprio male, ben oltre il divario che ci può essere con avversari della massima divisione. Seconda frazione in cui la difesa di Recanati che si aggiusta, ma ancora non più di tanto l’assetto difensivo e Montegranaro che si aggiudica, anche se meno nettamente il secondo periodo.Coen al riposo striglia per bene i suoi che entrano in campo con un atteggiamento diverso, migliore in difesa, ancora farraginoso in attacco. Recalcati da parte sua ruota molti elementi e questo permette a Recanati di giocare più alla pari tanto da aggiudicarsi i due periodi finali anche se con parziali bassissimi. Castelli, 11 punti in evidenza. Recanati ha giocato senza Pierangeli rimasto al PalaCingolani per un lavoro differenziato. Un suo impiego sabato a Bari sarà deciso solo all’ultimo. Coen potrà invece disporre sicuramente dello junior Magrini (in doppio tesseramento con la Pallacanestro Recanati Luì Porte che ha conquistato la permanenza in DNC).

Quanto al roster, nel dettaglio, al timone della squadra il confermatissimo Piero COEN, espertissimo nella categoria, bravissimo nel lavorare con giovani rampanti e con un propensione ad una pallacanestro piuttosto offensiva e perimetrale.
Della squadra della passata stagione è rimasto capitan Attilio PIERINI esperto “4”, marchigiano di Loreto nonché figlio del presidente, un vero leader, 8° nella classifica punti con 15 punti di media ed una devastante mano dall’arco con cui tira con oltre il 40%. In cabina di regia un altro elemento di esperienza, il riminese Marco GNACCARINI ottimo passatore con oltre 3 assist a partita che lo collocano al 9° posto in graduatoria. Come suo cambio un pezzo pregiato giunto nel mercato novembrino, il napoletano Gennaro TESSITORE visto qualche stagione fa a Matera, dotato di una mano pericolosissima dal perimetro. Sugli esterni il livornese ex Matera e Ruvo di Puglia Gianni CANTAGALLI guardia di 194 cm classe ’88 infallibile dalla lunetta con il suo 88 %. Come suo cambio il cuneese Roberto CASTELLI giunto anche lui in corso d’opera dalla Fortitudo AGRIGENTO, guardia-ala di 198 cm classe ’88.
Nello spot di ala piccola troviamo Niccolò BENEDUSI piemontese di Finale Ligure, ala di 193 cm ex Anagni e San Severo, ed il giovanissimo molto interessante Fabio STEFANINI ala di 198 cm classe ’93 nativo di Pesaro. Nel reparto lunghi oltre al già citato capitan PIERINI, domina il centro Marco TAGLIABUE comasco di Seregno, alto 206 cm classe ’86 lo scorso anno a Ruvo di Puglia. Per lui quasi 12 punti di media a partita con un clamoroso 42 % da 3, e quasi 6,5 rimbalzi di media. Altro lungo il goriziano Marco MAGANZA centro di 204 cm classe ’91, lo scorso anno a TRIESTE con cui ha vinto il campionato, solido nel pitturato e presenza di riferimento sotto canestro. Completa il roster l’ala-pivot classe ’92 romano Matteo PIERANGELI.

Palla a 2 al Pala FLORIO eccezzionalmente sabato 20 alle 20.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here