Bari:intervista a Samuel Deguara

0

La sua prima doppia-doppia stagionale (doppia cifra in almeno due voci statistiche) non è bastata alla Liomatic Group Cus Bari per interrompere la serie (arrivata a quota sei) di sconfitte lontano dal PalaFlorio. Ma per coach Giovanni Putignano, i 14 punti e 10 rimbalzi di Samuel Deguara, contro la Benacquista Assicurazioni Latina (gara persa 72-65), sono stati ugualmente un’ottima notizia. Dopo alcuni colpi a vuoto, infatti, il centro maltese di 225 cm, dalle grandi potenzialità, è tornato ad offrire un importante contributo alla causa biancorossa. Una circostanza che, al pari della crescita degli altri under baresi e alla costanza dei senior, fa guardare con grande ottimismo al prosieguo del campionato di Divisione Nazionale A che, lunedì prossimo, vedrà i cussini impegnati in posticipo, alle 21, contro Treviglio, davanti alle telecamere di Sportitalia 2. Prima di proiettarsi verso il prossimo impegno, Samuel, due giorni fa ospite della trasmissione “Vitamina B” di Antenna Sud, però, è tornato a parlare dell’ultimo ko. “Fino a metà partita – ha commentato il classe ’91, cresciuto nelle giovanili della Benetton Treviso – siamo stati in parità, tenendo testa ai nostri avversari e provando a metterli in difficoltà. Verso la fine del secondo quarto, tuttavia, Latina è riuscito ad allungare nel punteggio e noi abbiamo commesso qualche errore che ci ha impedito di raggiungerli, nonostante gli sforzi”. Una defaillance che conferma il trend, sin qui, poco felice in trasferta. “E’ evidente che, al momento, lontano da Bari ci manca quello slancio decisivo, nel finale, per conquistare l’intera posta in palio – prosegue Deguara -. Al PalaFlorio, negli ultimi tre minuti, vien fuori quel qualcosa in più, fatto di grinta, carattere e determinazione, anche grazie al supporto del nostro pubblico. Fuori, invece, ancora non riusciamo a ottenere gli stessi risultati, senza il loro sostegno. A tal proposito, colgo l’occasione per ringraziare di cuore il gruppo di tifosi che ci ha seguito sino a Latina, facendosi sentire per tutta la partita”. L’ultima battuta del centro barese riguarda il futuro e le prospettive della squadra cussina: “La nostra missione è migliorarci – conclude – crescere e trovare maggiore equilibrio, in modo da non precluderci nessun traguardo. Siamo un bel gruppo e possiamo farcela. Sin qui abbiamo fatto bene, ma possiamo fare di più. Attorno a noi, poi, sta crescendo anche un bel movimento e se continuiamo così ne vedremo delle belle”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here