Caos Lucca, come cambierebbe la classifica: Recanati su, Firenze e Assigeco giù

0

Alla vigilia della gara di Roseto, in cui Recanati presenterà il neo acquisto Panzini, è la vicenda dell’ esclusione di Lucca dal campionato che tiene banco e alimenta le speranze di salvezza diretta per la formazione di capitan Pierini & c..

Allo stato attuale decretate due delle tre retrocessioni (Lucca e Bari) c’è solo da assegnare un posto per scendere in DNB.

A tal proposito, seguendo anche quanto verrebbe fatto nel Girone F di DNC (dove è stata esclusa Benevento), la classifica andrà riscritta senza tenere conto delle gare dei toscani. In questo atto la più penalizzata sarà Firenze che perde ben 4 punti e scivola a -6 da Recanati che ha anche il gioco degli scontri diretti a favore e quindi parlare di un +8 non è peregrino. Recanati che “aggancia” anche il Nord Barese e lo supera per il vantaggio degli scontri diretti.

Infatti l’esclusione di Lucca porterà a riscrivere la classifica in base alle recenti nuove norme federali che comportano l’azzeramento di risultati.

In chiave griglia play off perde ben 4 punti anche Casalpusterlengo. Esce Ravenna ed entra Mantova nella poule promozione. Ravenna, Chieti e Reggio che si giocano l’ottavo posto per andare ai play off.

A questo punto della stagione, a sei giornate dalla fine, parlare anche di ennesima stagione falsata (per non dire delle legittime “ire” di Firenze) impone l’apertura di un profondo dibattito in sede FIP sulla struttura dei campionati. Vista la precaria situazione di molte società, Firenze, piazza importante, sarà sicuramente riammessa.

La classifica attuale:

Agrigento 36 (sarebbe promossa in Gold); Omegna, Casalpusterlengo, Matera e Ferrara 28; Lucca , Roseto, Ravenna, Treviglio e Mantova 24; (in rosso le attuali ammissibili ai play off per la seconda promozione); Chieti e Reggio Calabria 22; Nor Barese 20; Recanati 18, Firenze, 16, Bari -2 (in blu le retrocedende)

La classifica con l’esclusione di Lucca:

Agrigento 36 (sarebbe promossa in Gold); Omegna, Matera 28; Ferrara 26; Casalpusterlengo, Mantova 24; Roseto e Treviglio 22 (in rosso le ammissibili ai play off); Ravenna, Chieti e Reggio Calabria 20; Recanati e Nord Barese 18; Firenze, 12, Bari -2. Lucca esclusa (in blu le retrocedende).

Recanati dunque con meno pressioni verso la trasferta di Roseto dove ad attenderla c’è una squadra che non attraversa un periodo facile a causa di una serie di infortuni.

Roseto gioca per i play off, Recanati gioca per allontanare quell’ultimo posto che decreta la retrocessione e comunque deve interpretare la partita come se la vicenda Lucca non esistesse: della serie la salvezza la conquistiamo sul campo.

Nessuna dichiarazione della vigilia di coach Sacco, parla invece Tony Trullo, allenatore del Roseto.

“Gli infortuni hanno rovinato quanto di buono eravamo riusciti a produrre ad inizio 2014, quando militavamo al quarto posto in classifica. Di fatti i tre o quattro giocatori indisponibili che ci portiamo dietro da diverse settimane ci stanno rendendo la vita difficile. Però non ci piangiamo addosso e proviamo a vincere, iniziando dalla importante gara di domenica con Recanati. Faccio un appello al nostro pubblico: avremo bisogno del suo calore”.

Da Recanati annunciato un pullman al seguito e diversi tifosi raggiungeranno la riviera abruzzese in auto.

Basket Recanati al completo, per Roseto assenti Genovese e Ricci. In dubbio ancora Nika Metreveli.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here