Contro Chieti ancora Pozzetti alla guida del Basket Recanati

0

Inizia il girone di ritorno e subito la “regia” del calendario propone uno spareggio con Basket Recanati-Proger. All’andata successo teatino con un margine di 13 punti. Ma Recanati scese in campo senza Mosley (fermato da un difetto di tesseramento), cedendo peraltro solo sul finale.

C’è tanta pressione su ambedue le sponde, equamente distribuita. Da una parte Recanati che sa che in caso di vittoria aggancia proprio Chieti (per la differenza canestri si vedrà) e si rilancia nettamente in classifica, alla vigilia poi della trasferta con Bari fanalino di coda. E da queste due partite dovrebbe dipendere la “promozione” a capo allenatore di Sandro Pozzetti. Al di fuori della società non sono pochi i favorevoli alla scelta interna. Ed anche in taluni settori della dirigenza prende sempre più corpo questa ipotesi che premierebbe tanti anni di fedeltà alla causa recanatese da parte di “sandrone”.

Dall’altra parte una formazione che viene da una brutta serie negativa, quattro sconfitte, la rescissione del contratto con Bonfiglio, problemi di infermeria e con il “caso” Glover allontanato dagli allenamenti con la prima squadra e destinato a quella under 17. Ma l’americano ci sarà sicuramente contro Recanati, ancor più carico. Semmai ci saranno da valutare le condizioni di Shaw. E Chieti sa che se perdesse, dovrà farlo con non più di 13 punti di divario per mantenere un sottile margine su Recanati. In caso di vittoria invece andrebbe sul 2-0 negli scontri diretti e in caso di arrivo in volata in vantaggio su Recanati.

Al PalaCingolani attesi circa 200 tifosi ospiti per una gara, da quando le società, in ottimi rapporti, si confrontano, sempre a spalti pieni e colorati con il tifo teatino de “La Fossa Biancorossa” in prima fila (un pullman solo loro).

Alessandro Pozzetti (allenatore): “E’ una partita dura in quanto Chieti viene da 4 sconfitte consecutive e pertanto vorrà riprendere il buon cammino che ha avuto nella parte iniziale del campionato. Hanno diversi elementi di esperienza, Soloperto, Raschi, Gialloreto per venir fuori da questo momento delicato, quindi mi aspetto una partita tosta alla quale noi dovremo esser pronti e preparati nell’affrontare una battaglia in tutti i sensi”.

Sean Tavon Mosley (giocatore): “Sono ancora amareggiato per non aver potuto disputare il match all’andata. Con la mia presenza in campo c’erano tutte le premesse per cogliere il successo. Giocheremo al massimo delle nostre possibilità per far nostra la partita contro Chieti che viene da un momento poco felice con quattro sconfitte consecutive nelle ultime giornate. Con grande impegno ed ardore, ce la metteremo tutta per far risultato”.

Sulla sponda abruzzese da rilevare che è tornato ad allenarsi Ernani Comignani, fuori da due gare per uno stiramento muscolare al tricipite surale destro. Matt Shaw si è fermato durante l’allenamento serale di giovedì per un risentimento muscolare ai polpacci bilateralmente, e Manuel Diomede, per una piccola contrattura al quadricipite femorale destro. Per entrambi subito terapie del caso già da ieri sera e rispettive situazioni che saranno valutate sino alla vigilia del match.

Palla a due alle 18, arbitreranno i signori: Calogero Cappello di Porto Empedocle (AG), Achille Ascione di Caserta e Guido Giovannetti di Terni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here