Enegan – Assigeco, il sapore di una finale in riva all’Arno

0

Firenze Casalpusterlengo ha il sapore della finale sulle sponde dell’Arno. Vincere ed agganciare il Nord Barese , con cui l’Enegan prevale negli scontri diretti, significherebbe salvare una stagione altrimenti fallimentare. La squadra è stata rivoluzionata nel corso della stagione ed adesso pare arrivata la quadratura del cerchio. L’arrivo della guardia tiratrice Ramcic ha decisamente rappresentato una svolta, regalando a Firenze oltre che un leader, una certezza in attacco. Letale da tre punti, il croato si è rivelato una pedina fondamentale negli schemi di attacco dei gigliati. Purtroppo è in forse per la partita di domenica a causa di un problema alla schiena. Pronto a sostituirlo nello starting five capitan Rabaglietti, fiorentino doc. Altra novità in casa gigliata è la combo-guard americana Young, subentrato da qualche settimana nel ruolo di play all’infortunato Simoncelli. Dopo un inizio balbettante l’americano pare essersi inserito alla perfezione negli schemi di coach Caja, la squadra nella scorsa partita a Reggio sotto la sua guida ha girato alla perfezione. Notevole anche il suo contributo in attacco: 22 punti. Firenze però non trova il suo perno solo nei due stranieri, anche il settore lunghi dà sempre il suo contributo. Franz Conti, ( 8,6 punti con 6,8 rimbalzi di media in quest’ultimo periodo) e Riccardo Castelli si stanno rivelando in questo ultimo scorcio di campionato, una coppia di sicuro affidamento. Fondamentale è poi l’apporto del giovane Severini, esterno del quale sicuramente sentiremo parlare in un vicino futuro.

L’Assigeco si presenta a Firenze galvanizzata dal successo sofferto di domenica scorsa con Ferrara, giunto dopo una striscia di tre sconfitte consecutive, successo che ha riaperto la corsa ai play-off dei lodigiani. Squadra compatta ed attrezzata Casalpusterlengo ha come punta di diamante l’esperto esterno Alvin Young, il cui talento sarà affiancato dalla concretezza del play Masoni, dalla solidità del pivot Quarisa e dell’ala Chiumenti. Da non dimenticare la pericolosità del giovanissimo Spissu, play-guardia di sicuro talento, proveniente da Bari. A tre partite dalla fine le squadre si giocano tutto: Casalpusterlengo l’accesso ai play-off, Firenze la salvezza, base necessaria per i futuri progetti di investimento. L’impressione è che a prevalere sarà la compagine con le maggiori motivazioni. A Firenze non manca niente per giocarsi la partita nonostante la qualità dell’avversario.