[ESCLUSIVA] Jazz Johnson: “Amo i tifosi di Pistoia, il mio obiettivo è riportare la squadra in A1”

0

Jazz Johnson, play/guardia classe 1996, ha parlato della sua carriera universitaria e della sua relazione con la città, i tifosi e la società di Pistoia in un’intervista esclusiva a BasketInside. Jazz ha iniziato a giocare a basket nell’università di Portland Pilots dal 2015 al 2017, nel 2018 ha giocato con Nevada Wolf Pack fino al 2020. L’anno successivo ha iniziato la sua carriera professionistica in Italia con Cantù, nell’estate del 2021 ha firmato con il Pistoia Basket 2000 in Serie A2.

INTERVISTA

1) Ciao Jazz, innanzitutto grazie per la tua disponibilità. A che età hai iniziato a giocare a basket? E perché hai scelto questo sport?

“Ciao, ho iniziato a giocare a basket fin da piccolo. Mio papà era un buon giocatore e aveva sempre un’amore per il basket, quindi immagino che lui abbia trasmesso a me quell’amore. Ho scelto la pallacanestro perché era lo sport che amavo veramente. Tutta la mia vita è stata basket e sapevo fin da piccolo che ci volevo giocare. È sempre stato un sogno per me rendere mio padre orgoglioso e diventare il giocatore che doveva essere. Purtroppo la sua vita non gli ha permesso di diventare un giocatore professionista ma aveva il talento e le competenze. Volevo renderlo felice e diventare quello che ha sempre sognato di me.”

2) Raccontaci della tua carriera universitaria. 

“La mia carriera universitaria mi ha insegnato molto. Ho avuto l’onore di giocare per molti allenatori. Anche giocare in due università diverse mi ha aiutato a crescere come persona. Tutti gli allenatori, compagni di squadra e le persone che ho incontrato nei miei cinque anni di college sono stati importanti. Tutti mi hanno aiutato a imparare e maturare nel corso degli anni.”

3) Nell’estate del 2020 hai firmato con Cantù in Serie A1. Che ambiente hai trovato a Cantù? Che ricordi hai della tua prima esperienza in Italia? 

“L’annata a Cantù è stata una grande esperienza. Questo è stato un altro anno che mi ha insegnato molto non solo sul basket, ma anche sulla vita. È stato un anno molto difficile per tutti. Con il Covid-19 e tutte le restrizioni, era difficile concentrarsi solo sulla pallacanestro. Era difficile stare nel mio appartamento ogni giorno senza aver niente da fare. Tuttavia, l’anno scorso mi ha fatto capire quanto io amo il Basket. Io sento che se sono riuscito a superare quell’anno, posso superare qualsiasi altra cosa nella mia carriera da giocatore.”

Jazz Johnson della Acqua S. Bernardo Cantù in palleggio

4) Da quest’anno sei a Pistoia, in A2. Che cosa ti aspetti da questa stagione sia dal punto di vista personale che di squadra? 

“Credo che Pistoia sia il posto perfetto per la mia carriera. Coach Nicola Brienza è un grande allenatore e viene dalla Serie A1 proprio come me: entrambi vorremmo tornarci, un giorno. Non penso troppo a me, personalmente. L’unica cosa di cui mi preoccupo è fare il mio lavoro per aiutare la squadra a vincere le partite. Il mio unico obiettivo è vincere più partite possibili e vedere quanto possiamo rendere speciale questa stagione. Spero solo di portare felicità ed emozione ai tifosi e alla città di Pistoia!”

5) Ti aspettavi di vincere la Supercoppa con Pistoia? Quali sono state le chiavi del successo? 

“Non posso dire che mi aspettavo di vincere. Ma era il mio obiettivo. So che la SuperCoppa Italiana non è sempre vista come trofeo importante perché è una coppa di Pre-Stagione. Ma personalmente penso che sia importante ogni volta che puoi, vincere una coppa. La chiave più importante secondo me era quanto siamo uniti come squadra. Andiamo molto d’accordo e ci vogliamo bene. Tutti noi vogliamo giocare bene e avere successo. Siamo una squadra molto unita e questo è il motivo per cui abbiamo avuto successo fino ad ora.”

Credits to Ciamillo Castoria (LNP)

6) Pistoia è una società che per anni ha fatto bene anche in Serie A1, hai l’obiettivo di riportare dove merita questa piazza? 

“Conosco la grande storia di Pistoia e il mio obiettivo è provare a riportare questa squadra nel posto che merita: spero che continueremo a stare bene per proseguire quello che abbiamo iniziato. È una stagione lunghissima e tutto può succedere. Dobbiamo solo stare insieme e continuare a volerci bene per proseguire questo successo.”

7) Che rapporto hai con i tifosi di Pistoia? 

“Amo i tifosi di Pistoia! Loro sono così importanti per il nostro successo. Sono molto rumorosi e di grande aiuto. Nonostante gli alti e bassi che abbiamo durante le partite, loro ci sostengono sempre e ci trascinano alla vittoria. Mi piace che si presentino alle partite in trasferta e non importa dove giochiamo perché abbiamo sempre un po’ di Pistoia con noi. Non siamo mai soli in qualsiasi partita che giochiamo. Ci amano e noi li amiamo ancora di più. Non posso ringraziare abbastanza i tifosi pistoiesi per il loro amore e supporto in questa stagione!”

8) Il tuo miglior quintetto con i migliori giocatori stranieri che hai avuto in squadra o hai giocato contro in Serie A1 e nella tua carriera universitaria. 

“Abbiamo alcuni grandi ragazzi in questa squadra e alcuni giocatori sono molto bravi. Comunque nella mia carriera universitaria ho giocato con talenti di livello NBA. Caleb e Cody Martin giocano in NBA per Charlotte Hornets e Miami Heat. Jordan Caroline attualmente gioca con Trento in A1, ma ha giocato per i Los Angeles Lakers. Jalen Harris gioca per Cremona in A1, ma anche lui ha giocato in NBA con i Toronto Raptors l’anno scorso. Treshawn Thurman attualmente gioca in G-League. Nomino tutti questi giocatori solo per citarne alcuni che sono dei ragazzi incredibili con cui ho giocato. Comunque, mi piace tutto del mio team attuale e mi aiutano così tanto! Non trovi molte squadre che vanno d’accordo come ci andiamo noi. Quindi è davvero un onore giocare con alcuni grandi esseri umani. Non è sempre una questione di basket. Il fatto che io possa chiamare ognuno di questi ragazzi miei amici significa per me più di tutto quello che possiamo fare sul campo da basket”

Ringraziamo il Pistoia Basket per averci dato l’opportunità di intervistare Jazz Johnson ed il giocatore stesso per la grande disponibilità!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here