Futuro A2, parla Basciano: “Addio ai gironi Est e Ovest per quelli territoriali. In campionato piano B capienza ridotta”

Futuro A2, parla Basciano: “Addio ai gironi Est e Ovest per quelli territoriali. In campionato piano B capienza ridotta”

Addio ai Gironi Est e Ovest in A2, spazio ai concentramenti Nord e Sud, porte chiuse in Supercoppa ma non in campionato, dove al limite ci sarà una capienza ridotta. Il Presidente LNP Pietro Basciano prova a tracciare la rotta.

di La Redazione

Addio ai Gironi Est e Ovest in A2, spazio ai concentramenti Nord e Sud, porte chiuse in Supercoppa ma non in campionato, dove al limite ci sarà una capienza ridotta. Pietro Basciano, ai colleghi de “Il Resto del Carlino Forlì” prova a tracciare la rotta, verso un porto ancora lontano: quello del ritorno al basket giocato. “Fosse per me ricomincerei anche domani mattina – confessa – ma dipende dalle decisioni del comitato tecnico scientifico. Che fa il paio con la decisione del ministro dello sport Vincenzo Spadafora”, da cui Basciano attende risposte concrete, in particolare sulla norma per il credito d’imposta relativo alle sponsorizzazioni.

Tornando alla ripresa, il mese ideale sarebbe ottobre, affrontando il nodo pubblico con un doppio approccio: “Abbiamo sia un piano A con il pubblico che torna nei palazzetti alla normalità e un piano B con una capienza ridotta o dimezzata”. Idee chiare invece sui gironi: “Non ci saranno più Est e Ovest, stiamo ancora ipotizzando una nuova denominazione. Comunque stiamo lavorando per renderli più territoriali e questo per avere trasferte meno lunghe, minori costi e un risparmio per i club. Avevamo ragionato anche sul concetto di Conference ma essendo noi 28, la matematica ci imponeva un numero dispari che non ci piace. Intanto saranno due le date fondamentali: quella del 31 luglio con la scadenza per le iscrizioni e quella del 6 agosto nella quale il Consiglio federale deciderà sulle società ammesse”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy