Inside A2 Playoff 2018 – Montegranaro, obiettivo stupire

0

E’ stata una lunga cavalcata appassionante quella che ha portato la neopromossa Montegranaro a giocarsi i play-off.  Qualcuno potrebbe vedere con un pizzico di rammarico la leggera flessione finale, dovuta ai tanti infortunati, che ha visto scendere la “matricola terribile” alla quinta casella del girone Est.  Ma chi ha costruito dalle fondamenta questa squadra, sa che nella patria del basket marchigiano, non si è creata una meteora, bensì si sono poste le basi per un futuro ancor più radioso.
C’è eccitazione da parte di Coach Ceccarelli, anch’egli autore di una grandissima stagione di esordio in A2, e i suoi 3 tenori Valerio Amoroso, LaMarshall Corbett e Marshawn Powell che nell’attesa del condottiero Eugenio Rivali, ancora ai box per l’infortunio alla caviglia subito 15 giorni fa ad Imola, dovranno guidare un gruppo granitico e pieno di voglia di stupire a giocarsela su uno dei campi più importanti e storici della lega da domenica pomeriggio.
Ma prima di passare all’analisi del match di domani, ripercorriamo il campionato della XL Extralight Montegranaro.  Il giorno dell’esordio assoluto nella massima serie non è stato dei migliori, con la sconfitta pesante subita a Ferrara dovuta soprattutto ad un leggero infortunio della stella LaMarshall Corbett, ma i mesi di Ottobre e Novembre sono stati da sogno per la Poderosa: 7 vittorie consecutive, di cui una storica vittoria esterna su un campo difficilissimo come quello di Treviso, che l’hanno portata al secondo posto solitario dietro a Trieste. La seconda parte del girone d’andata è stata altalenante, ma anche qui c’è stata la grande soddisfazione arrivata prima di Natale con la roboante vittoria al Pala Savelli sulla Fortitudo Bologna.
Nel girone di ritorno Montegranaro è partita alla grande con 3 vittorie consecutive, per poi dopo vivere il primo momento di lieve difficoltà con 3 sconfitte di fila.  Ma da grande squadra qual’è stata per tutta la stagione, ha mostrato tutta la propria forza vincendo il bellissimo derby casalingo con Jesi, che ha visto una cornice di pubblico degna della Serie A.  Dopodiché sono arrivate altre 3 vittorie nelle successive 4 gare, con l’unica sconfitta subita dalla squadra che ha disputato forse la più bella seconda parte di girone di ritorno: Bergamo.  Le ultime sfide vedevano la XL Extralight davanti a 3 scontri diretti e ad una trasferta insidiosa ad Imola.  I risultati non hanno rispecchiato quanto di buono fatto da Amoroso e compagni, ma nonostante tutto il campionato si è chiuso con 36 punti a pari merito con Udine e Verona, dietro alle sole “grandi” del Girone Est Trieste, Bologna e Treviso.
CHI SALE
Nell’attesa del rientro del play Eugenio Rivali, a prendere in mano la squadra dovranno pensarci il capitano Valerio Amoroso, che alla soglia dei 38 anni ha disputato una stagione fantastica con numeri da capogiro, per lui 14.2 punti e 7.1 rimbalzi a partita, e i due Usa LaMarshall Corbett (già sicuro di restare a Montegranaro anche per la prossima stagione dopo il rinnovo firmato a inizio 2018), punta di diamante dello scacchiere di Coach Ceccarelli che ha chiuso la regular season con 18.1 punti e 3.5 assist a partita e Marshawn Powell, il corazziere che al netto di qualche diverbio con gli arbitri, ha dato un gran contributo con 18.2 punti, 7.1 rimbalzi e 1.6 stoppate date a partita.  Come nelle ultime gare, ci saranno molti minuti e responsabilità anche per per il giovane classe 1998 Lorenzo Maspero.  
CHI SCENDE
L’unico innesto nel roster di Montegranaro è stato quello di Stefan Nikolic, arrivato nelle Marche dopo il bel campionato disputato a Napoli, che seppur giustificabile per i postumi dell’infortunio alla spalla, non ha ancora fatto vedere ai suoi nuovi tifosi quanto gli permetterebbe il suo talento.  Oltre al già citato Eugenio Rivali, ci sono altri due giocatori che affollano l’infermeria della XL Extralight: il lungodegente Arnold Mitt, ma soprattutto l’ala piccola titolare Luca Campogrande, che dopo aver lasciato il club che l’ha cresciuto (Fortitudo Bologna), ha dimostrato con un buon campionato di meritare le responsabilità che coach Ceccarelli gli ha affidato (9.3 punti 3.6 rimbalzi e il 40% da tre in oltre 26 minuti di utilizzo medio per lui).
I NUMERI E IL ROSTER (FONTE EUROBASKET.COM)
Numeri Montegranaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here