Inside A2 Playoff 2018 – Udine, la prima volta di una mina vagante

0

L’obiettivo dichiarato ad inizio stagione dall’Apu Gsa erano i play-off e Udine, al secondo anno in A2, come da tre anni a questa parte suole fare – ovvero con l’arrivo di coach Lino Lardo sulla panchina friulana – non ha deluso le aspettative. La post season, la prima nella storia della società del presidente Alessandro Pedone, è stata centrata nella penultima gara di campionato, in un derby infuocato con Trieste, vinto al secondo supplementare in un’Alma Arena inviolata, in stagione regolare, da 28 partite. L’Apu giungeva a quell’appuntamento non al top della forma, anzi decisamente in fase calante: dopo la partecipazione in Coppa Italia (eliminazione ai quarti da parte di Biella) infatti, i bianconeri avevano perso quella continuità di risultati che aveva caratterizzato il girone d’andata, tanto che sul finire di stagione sono arrivati gli stop contro Treviso e Montegranaro (entrambe battute all’andata) e persino con Bergamo in casa. Ma nel momento del bisogno, per dare una svolta e per centrare appunto i tanto ricercati play-off, la società è stata reattiva ed è tornata sul mercato ad inizio aprile, acquistando l’americano Troy Caupain, che nelle ultime due partite di campionato, nonostante la giovane età, ha portato una ventata d’aria fresca, soprattutto all’attacco udinese che sembrava essersi inceppato.
Nell’arco della stagione, il fattore campo è stato determinante: il palasport Carnera è rimasto inviolato per 12 volte su 15 incontri. In trasferta invece Udine ha inciso di meno (6 vinte e 9 perse). Ma a parte i dati statistici, l’Apu arriva alla serie play-off con Tortona spinta dal grande entusiasmo che ha travolto l’ambiente bianconero dopo le ultime due vittorie. Il quarto posto è stato un traguardo importante, ma i friulani non vogliono fermarsi di certo qui e proveranno a giocarsi la post season da veri protagonisti.

CHI SALE
In questa categoria bisogna inserire sicuramente Kyndall Dykes, il terminale offensivo che ha reso di più tra le file udinesi. KD è uno showman puro che fa del jump shot il punto di forza e che molto spesso risolve situazioni di gioco complicate grazie al suo grande atletismo. La guardia originaria di New Orleans, ora è coadiuvata da Troy Caupain, playmaker a stelle e strisce classe ’95, che in sole due gare ha già dimostrato di poter diventare un fattore imprescindibile nel sistema di coach Lardo. Nel reparto lunghi, invece, c’è da segnalare la brillante stagione di Chris Mortellaro: il mix di professionalità, concretezza e grande esperienza hanno fatto del “professore” il protagonista della maggior parte delle partite dell’Apu. Al di là dei numeri (ricordiamo la doppia doppia – 20 punti e 13 rimbalzi – mandata a referto contro Orzinuovi), il centro italoamericano, pur partendo molto spesso dalla panchina, è un punto di riferimento della squadra, e a quasi 36 anni sa ancora come insegnare basket nel pitturato. Tra i giocatori in crescita però ci sono anche i due giovani: Vittorio Nobile, il cambio prima di Veideman ora di Caupain, ma soprattutto Ousmane Diop, neo diciottenne, che è forse la vera sorpresa della stagione bianconera.

CHI SCENDE
Pur essendo stato fondamentale nelle rotazioni di coach Lino Lardo nell’arco della stagione, Rain Veideman è sicuramente il giocatore che più di tutti non è riuscito a trovare continuità in fatto di prestazioni. In particolare modo nell’ultimo periodo, la cattiveria agonistica, marchio di fabbrica del giocatore estone, è venuta a mancare, e la squadra ne ha risentito. Le sconfitte non possono essere imputate al singolo, ma quando in cabina di regia manca la scintilla giusta – caratteristica tra l’altro che aveva fatto innamorare i tifosi bianconeri di Rain Veideman all’inizio della sua esperienza in Friuli – la situazione si complica. Nelle ultime due gare “iceman”, come viene soprannominato, è rimasto fuori roster per l’arrivo di Caupain. Veideman rimane comunque a disposizione di coach Lardo e continua a rappresentare una valida alternativa in chiave tattica.

I NUMERI E IL ROSTER (FONTE: EUROBASKET.COM)

Numeri Udine