La Reggio Calabria a spicchi in festa: la Viola ritorna al PalaPentimele

0

Finalmente ci siamo; dopo una lunga telenovela domani riapre il Palacalafiore con la Viola che potrà tornare a disputare una gara ufficiale nell’impianto di gioco dove ha costruito il suo mito negli anni’90 quando giocava per vincere scudetti. La struttura era chiusa dal marzo del 2012, dopo un incidente che è costata la vita di un operaio che stava allestendo un palco per un concerto musicale. Sequestro immediato e tutto fermo per oltre un anno con la manutenzione dell’impianto che si blocca creando dei danni enormi. Arriva finalmente il dissequestro, ma la burocrazia è lenta ed i lavori di ristrutturazione procedono a passo di lumaca zoppa; la Viola assiste da spettatrice quasi impotente perché le decisioni sono prese dal comune ma la società di via Pio XI si è fatta sentire in tutte le sedi. Anche dopo l’arrivo di Giusva Branca come presidente gli appelli sono continuati, anzi sono diventati ancora più incessanti e tutti speravano che l’agibilità arrivasse per l’inizio del campionato. Come sappiamo, non è andata così ed il team neroarancio ha giocato le prime gare interne al Pianeta Viola con una deroga concessa dalla federazione; intanto, Reggio Calabria, dopo due anni di commissariamento paralizzante, ha un nuovo sindaco subito contattato dalla dirigenza con l’intento di fargli capire l’importanza del problema. La Viola ha bisogno di un palazzettto adeguato al suo rango ed alla sua categoria e si deve urgentemente sbloccare la situazione risolvendo gli ultimi dettagli burocratici. Dopo una decina di giorni dal primo contatto, un sabato di novembre dopo l’ennesimo sopralluogo della commissione arriva finalmente il via libera così Domani sera alle 18 Rezzano e compagni torneranno all’interno di una struttura invidiata dal resto d’Italia ma troppo trascurata negli ultimi anni. Adesso gli spalti possono essere nuovamente riempiti dalla passione neroarancio e la società si aspetta di vedere tanta gente. Questo progetto va avanti, ma il patron Muscolino vuole vedere gente alle gare della Viola. Le difficoltà logistiche degli ultimi due anni e mezzo non hanno permesso ai tifosi di assistere in modo adeguato alle gare della compagine dello stretto; ora c’è un PAlacalafiore da novemila posti che deve essere riempito. Non ci sono più scuse; la Viola è tornata a casa ed ha bisogno del calore di un tifo che sa essere passionale come pochi nel mondo della palla a spicchi tricolore. Ed ora, sotto con il Legnano con i ragazzi del patron Muscolino che tornano a casa.