La Viola torna al PalaPentimele. Il Sindaco Falcomatà: “E’ un segnale di risveglio”. Branca: “Un sogno che si realizza”

di Giuseppe Dattola

La Viola torna a giocare finalmente al PalaCalafiore, e ringrazia il sindaco per l’operato ma sa anche che, all’interno della società, sono stati fatti tanti sforzi per accelerare lavori e burocrazia, in particolare va segnalato l’operato di una figura di riferimento del comitato Cuore Viola Franco Basile Rognetta, il collante fra Viola e comune. I giocatori neroarancio possono riportare il grande pubblico, proprio per questo è stata presa la decisione di fissare il costo di biglietto unico a 10 euro.Come detto, hanno parlato il giovane sindaco Falcomatà e Giusva Branca.

”Per noi è un grande gioia – Falcomata’- e’ una cosa che per Reggio ha una grande valenza sportiva ma anche dai risvolti sociali. E’un altro segnale di risveglio per una città che vuole riemergere e lo sport per la nostra città è sempre stato un motivo d’orgoglio. Noi abbiamo fatto il nostro dovere come amministratori ma spero che tutti i reggini si impegnino assieme a noi per ridare dignità ad una città che ha tutte le carte in regola per risalire sotto ogni aspetto.”.

Arrivano anche i pensieri del presidente Branca:” Da quando sono tornato alla Viola, uno dei miei principali obiettivi era ritornare a giocare al PalaCalafiore. C’era una grande volontà nel risolvere il problema ma questo via libera è un primo passo anche se devono essere fatti altri passaggi per la definitiva agibilità. Ringrazio tutti i dirigenti comunali per la disponibilità e per l’impegno messo in campo per sbrogliare una situazione statica da oltre due anni. Il palasport è una struttura che può essere un motivo d’orgoglio di una città che sa e che vuole reagire per difendere le cose alle quali ci tiene come hanno dimostrato alcuni volontari che ci hanno dato una mano per far trovare la struttura nelle migliori condizioni possibili.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy