L’Andrea Costa presenta la ‘stella’ USA Timothy Bowers

0

L’Andrea Costa presenta la ‘stella’ USA Timothy Bowers davanti a stampa e tifosi presso il Bar Giratempo di  Imola, ed è subito grande empatia. L’atleta ex Biella ha dato ben presto l’idea di essere una sicurezza, proprio quello che squadra e pubblico si aspettano da lui a partire dal 7 ottobre.

Come rimarcato da coach Di Paolantonio, Tim è un campione assoluto, un giocatore totale, con tante armi in attacco e tanta esperienza da far elevare il livello di chi gioca al suo fianco: raggiungere l’obbiettivo con lui sarà meno arduo. ‘Appena avuta l’impressione che la pista Bowers era percorribile, chiosa il DS Bergamini, quest’estate ci siamo buttati con decisione: è uno dei più forti giocatori visti a Imola’.

Bowers assicura di conoscere le aspettative su di sè, non è spaventato dall’idea di dover essere leader – it’s my job – e l’idea di giocare con BJ Reynolds la considera una grande opportunità, perchè è un gran giocatore e una gran persona e ci si trova bene insieme. ‘Non sarà un problema essere chiamato ad essere più finalizzatore che in passato, perchè sarò sempre disponibile a fare ciò che è necessario.

Giocare in Italia – è il nono anno negli ultimi dieci – mi fa sentire ormai italiano per buona parte, mi piace davvero tutto, e anche il basket che si gioca è di alto livello. Più alto a Est, dove squadre, arene e tifo sono di categoria superiore, rispetto al girone Ovest, eccezion fatta per un paio di società. Certo, alla fine di ogni anno si valuta con la famiglia, rimasta in America, se continuare qua o smettere, e nei piani di quest’anno ha prevalso l’idea di continuare. All’Andrea Costa c’è un mix di gioventù e soprattutto di esperienza: un valore imprescindibile se ci si vuol salvare, a patto che si resti sani.’

Poi via, tutti in palestra per un’altra seduta di allenamento, in attesa dell’arrivo di BJ, lunedì, e della prima amichevole, martedì.