L’Andrea Costa si aggiudica la prima amichevole della stagione, battendo Faenza

Imola al completo, anche se David Bell si ‘accontenta’ di guardare e incitare i compagni dalla panchina

di Alberto Dalmonte

In un clima torrido, e davanti a circa 500 spettatori, i biancorossi imolesi ospitano i biancoverdi faentini.

Quintetti base: Imola con Penna, Gasparin, Alviti, Wilson e Maggioli.

Dall’altra parte coach Regazzi sceglie Venucci, Brighi, Iattoni, Chiappelli e Pagani.

Alviti è subito carico, e mette a referto 8 punti nel primo quarto, ben spalleggiato da Wilson, che con 4 punti e 3 rimbalzi si fa subito sentire nelle due aree. I ‘senatori’ Prato – applaudito il suo rientro ‘ufficiale’ sul parquet dopo mesi, che alla prima occasione si prende un tiro da dietro l’arco, ed è solo retina – e Maggioli sono i metronomi che fanno dell’esperienza il valore aggiunto di una squadra giovane e nuova.

I biancorossi prendono subito un paio di possessi di vantaggio, 12-8 a metà periodo, e li mantengono alla prima sirena, chiusa 21-16

Il secondo quarto vede partire meglio i biancoverdi ospiti, che segnano 18 punti in 5′ contro i 9 dei padroni di casa, grazie agli assist di Venucci che trova pronto sugli scarichi Brighi (2/3 da 3) e Iattoni con ottimi attacchi al ferro. Si fa notare anche il giovane montenegrino Milosevic, con 4 rimbalzi. Imola vuole usare meno il tiro da fuori (1 tentativo contro 8 del primo quarto), e attaccare di più il canestro (12 contro 3 da 2). Maggioli alza la voce e guida il recupero dei suoi, riportando il punteggio in parità, 41-42 all’intervallo.

Coach Cavina rimette ordine in campo, e i suoi prima controllano -. 10-8 a metà terzo quarto, poi scappano, vincendolo 28-16, grazie alla precisione dall’arco di Alviti (5/5) e in lunetta, con 7/10. Bravi a incassare falli anche Penna e Wilson, mentre tra i faentini arrivano a 5 falli Pagani e 4 Iattoni.

Più equilibrata la ripartizione dei tiri, con 5/7 da 2, 3 su 4 da tre e 8/13 dalla lunetta.

Ancora parecchie energie nell’ultimo quarto, dove i giocatori dimostrano che nessuno ci sta a perdere, anche se cala la precisione, con Imola che fa 5/9 da due e 0/5 da 3, ma sono 11 i rimbalzi totali presi.

Il quarto se lo aggiudica meritatamente Faenza, 17-16, e alla fine si può dire che entrambi gli staff abbiano trovato già buone indicazioni dopo il lavoro atletico di questi 10 giorni, e si sono visti bei movimenti di squadra e singoli in entrambe le metacampo. Alla fine, coach Cavina vede il bicchiere mezzo pieno, ben conscio dei parecchi errori fatti (vedi alla voce palle perse, soprattutto) ma anche del gioco d’insieme cercato dai suoi. Alviti con 24 punti in 34:36, Maggioli con 16 in 22:14 e Wilson con 12 + 9 in 22′ sono i top scorer per l’Andrea Costa, Chiappelli e Brighi (14), Venucci e Iattoni (13) i più prolifici per i RaggiSolaris.

Tabellini:

Imola: Bell ne, Alviti 24, Maggioli 16, Wilson 12, Gasparin 7, Prato 8, Toffali 4, Penna 5, Simioni 8, Wiltshire W. ne, Wiltshire T ne, Turrini ne, Calabrese.

Faenza: Aromando 8, Samori, Perin ne, Silimbani 7, Benedetti 2, Venucci 13, Iattoni 13, Pagani 4, Milosevic, Chiappelli 14, Brighi 14.

Parziali: 21-16, 20-26, 27-16, 16-17.

Rimbalzi: 35-28 (Wilson 9, Chiappelli 7)

Falli: 18-28

Assist: 13-8 (Penna 8, Venucci 4)

Palle perse: 16-17

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy