Le pagelle di BPMed Napoli – Adriatica Industriale Ruvo

0

Ecco le pagelle della BPMed Napoli:

Sabbatino: Tanto impegno per lo scugnizzo partenopeo che in 12′ sul parquet non riesce mai a vedere il canestro. A tratti riesce a mostrare le sue qualità ma, la troppa frenesia, non gli consente di mettere a frutto i suoi sforzi. 6+

Musso: E’ lui a dare la carica nel momento giusto. Sul -8 infila dopo cinque tentativi la tripla del -5 che riesce a dare nuovamente fiducia alla BPMed. Ha il merito di crederci sempre e di scuotere i suoi quando nessuno avrebbe creduto di poter recuperare la gara. 7.5

Mariani: Il giovane under combina decisamente poco. Sente forse, come Sabbatino, la pressione di giocare in casa con un pubblico che ha fame di vittoria. Lui in quasi 6′ minuti si perde svariate volte il proprio marcatore in difesa, appare confusionario in attacco. Decisamente da rivedere. 5

Gatti: A lui si chiede grande grinta, grande fisicità, grande cuore e grande carattere. Simone risponde presente e piazza in 2” un 5-0 che rimette Napoli in carreggiata. Con i suoi 16 punti a referto ed un ottimo 6/7 da 2 fa vedere di che pasta è fatto catturando anche 7 preziosi rimbalzi. Decisivo. 9

Iannilli:Si dimena come un leone sotto le plance riuscendo a conquistare nove rimbalzi ed a dare un significativo apporto in fase difensiva. Non incisivo in attacco quanto vorrebbe: il solo misero punticino a referto non rende giustizia ai tentativi di Andrea: è qui che deve lavorare, cercando di essere meno macchinoso in area pitturata. 6,5

Rotondo:Dimostra grande personalità e grande fisicità con una buona presenza sul parquet. Mette a referto anche 7 punti ed altrettanti rimbalzi. Davvero niente male. E’ lui il prototipo di under che coach Bartocci vuole vedere: senza timore lui si prende le dovute responsabilità in attacco e limita gli avversari in difesa. Lieta conferma. 7

Rizzitiello: Percentuali stratosferiche dalla lunga: quando tira fuori dall’arco è una sentenza. Mortifero anche in penetrazione. Prestazione superba impreziosita anche da 4 rimbalzi. 8

Guastaferro: Solo pochi scampoli d gara per lui. Senza infamia e senza lode. N.g.

Lenardon: Sonnecchia nel primo quarto risvegliandosi nel secondo dopo una tripla cercata con grande forza. L’assist per la tripla decisiva di Musso è suo: Napoli riesce a portare a casa la gara grazie all’apporto decisivo di Simone che, a tratti, riesce a dare sprazzi di basket con grande fluidità. In ripresa 7

Coach Bartocci: Quando Napoli a metà secondo periodo impatta contro gli avversari, Maurizio fa’ un gesto di Mazzarriana memoria: via l’aplomb dentro gli attributi. Fuori cravatta blue e giacca, dentro camicia a maniche lunghe che, ben presto, diventano corte nonostante il grande freddo che c’è al Palasport. La squadra rispecchia il suo carattere, la sua voglia di non mollare mai. Pazienza se sul piano del gioco a tratti questi scarseggi: meglio “giocare male e vincere che giocare bene e perdere le partite” ricorda a fine gara il coach. Leonino 9

Pubblico: “Non molleremo mai!” E’ questo l’imperativo dei tifosi partenopei. E’ questa la mentalità della squadra e della società. Sul -8 a 1’45” la curva continuava a dare il proprio supporto ai loro beniamini. Encomiabili nonostante, in tanti altri, avrebbero abbandonato il proprio posto preparandosi ad assaporare l’amaro della sconfitta. Tenaci 10

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here