Le pagelle di fine 2011 della FMC Ferentino

0

Finito il girone d’andata di questo campionato DNA è giunta l’ora di fare un primo bilancio. Per la FMC
Ferentino ci sono state note positive ma anche note negative.

PREMESSA SENZA VOTO SULLE RELAZIONI ESTERNE: alcuni episodi di queste ultime settimane ci permettono di poter parlare di questo argomento, senza però creare polemiche e con la massima serenità, soprattutto se chi scrive ama questa società. Se però questa società desidera crescere come può e merita, dovrebbe anche poter allargare i propri confini e non chiudersi a riccio nei confronti di realtà come la nostra: una realtà che, semplicemente ma senza perdersi in critiche gratuite, vuole raccontare al meglio la pallacanestro, e che, nonostante la giovane età, vorrebbe fare di questa esperienza un momento di crescita positiva, preferibilmente insieme a questa dirigenza, sottolineandone i meriti quando necessario, e magari ricevendo più supporto anziché ostracismo.

LUCA IANES: le tante stagioni trascorse in questo campionato oltre l’esperienza milanese tra i professionisti non hanno prodotto alcun vantaggio per la FMC, che fino ad ora ha peccato soprattutto sotto i tabelloni. Il ruolo di pivot senior è fondamentale nello scacchiere gramenziano e  pertanto la scarsa resa del pivot amaranto ha costretto la società a guardarsi intorno; è notizia delle ultime ore di un forte interessamento per Pippo Gagliardo e Francesco Basei. Voto: 4.

FRANCESCO IHEDIOHA: l’ex Ruvo non sta soddisfacendo coach Gramenzi che spesso lo spedisce in panchina richiamandolo a voce alta; in questo girone d’andata ha disputato qualche buona gara, specialmente ad inizio stagione, ma non ha proseguito la strada intrapresa deludendo le aspettative dello staff tecnico. Voto: 4,5.

SIMONE BONFIGLIO: dopo un inizio deludente sta pian piano mostrando la sua abilità nell’andare a canestro. Purtroppo in alcune partite non riesce a giocare la sua pallacanestro anche perchè soffre la convivenza con Guarino; deve continuare a lavorare sodo. Voto: 5,5.

SALVATORE PARRILLO: la guardia casertana ha alternato alti e bassi ma si vede che ha un potenziale notevole e per questo deve essere più costante nelle prestazioni; comunque sta disputando un discreto campionato.  Voto: 6.

GIAN ANDREA FRATINI: il ruolo di decimo gli va un po’ stretto ma lui lavora e quando scende in campo fa sempre bene. Lavora sodo durante la settimana ma avendo scarso minutaggio gli diamo un 6 di stima.

ANTONIO IANNUZZI: a differenza dell’amico Pongetti, il lungo amaranto non ha proseguito ottimamente il percorso iniziato dall’arrivo di coach Gramenzi a Ferentino infatti dopo le super prestazioni della passata stagione Iannuzzi ha alternato ottime prestazioni a gare incolori. Se fosse più continuo sarebbe un grande pivot; noi siamo sicuri che,col passare del tempo, crescerà ed eliminerà questi difetti diventando un importante cestista. Voto: 6.

COACH FRANCO GRAMENZI: non è facile giudicare un professionista della sua statura con tanto di campionati vinti che lo fanno il migliore della categoria, una specie di totem della panca da parquet; ma il dovere ci impone di valutarlo alla luce dei risultati della stagione che sono stati altalenanti tra le partite casalinghe (voto 8) e quelle esterne (voto 4). Voto 6.

LORENZO PANZINI: il giovane play è una garanzia; giocando ormai da alcuni anni in questa categoria ed avendo sempre fatto il vice di Signori playmaker come Bertolazzi e Guarino, sa muoversi nel parquet specialmente in un sistema di gioco che già conosceva. Il futuro è dalla sua parte. Voto: 6,5.

LUCA PONGETTI: una delle note più belle note in casa FMC è sicuramente l’ala romana. Gioco sporco e sacrificio sono le giuste parole per descrivere le prestazioni del “vecchietto under” amaranto infatti Pongetti è l’uomo che ha disputato più gare con la casacca gigliata. Ha avuto un’importante crescita e per questo la fiducia del coach è aumentata in confronto all’anno scorso. Voto: 6,5.

FRANCESCO GUARINO: uno dei migliori in casa FMC ma non solo; è l’uomo chiave della squadra, grazie alla sua  classe, esperienza e determinazione riesce a far giocare bene i compagni sia in difesa  che in attacco. Nelle due partite dove è stato assente la sua assenza si è fatta sentire notevolmente. Voto: 7,5.

MANUEL CARRIZO: il leader realizzativo e carismatico,insieme a Guarino, della squadra. È fondamentale il suo contributo offensivo e quando non è in giornata la FMC difficilmente porta a casa punti. Peccato per il grave infortunio. Voto: 7,5.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here