Lucca-Ferrara, sfida tra out-siders di peso al PalaTagliate

0

Chiamata alle armi per il pubblico lucchese. Domenica alle 18 infatti l’Arcanthea Pallacanestro Lucca affronterà in casa, al Palatagliate, la Mobyt Ferrara. Lucca contro Ferrara è una sfida dal sapore antico che nasce nel calcio, tra la Lucchese e la Spal, e oggi si rinnova con la pallacanestro. I lucchesi, terzi in classifica e con una striscia attiva di cinque vittorie nelle ultime sei partite, affrontano la capolista in quella che è la partita più importante della stagione, per la quale sono attesi oltre duecento tifosi emiliani che hanno già riempito due pullman per raggiungere la nostra città.

Un appuntamento al quale non mancare, anche perché in campo si vedrà il meglio dello spettacolo della Dna Silver di quest’anno e anche sulle tribune si annuncia una domenica che si avvicina al tutto esaurito.

Assoluta capolista, anche se alle prese con un’incredibile dose di sfortuna-infortuni. Al Palatagliate si presenterà una Mobyt con assenze davvero pesanti: campionato già finito per Alessandro Infanti e Daniele Casadei, a Roseto, domenica scorsa, la truppa allenata da coach Adriano Furlani era priva di Simone Flamini (acciacchi muscolari), dopo di che ha perso pure Gabriele Spizzichini (spalla destra).

Direttore dell’orchestra Mobyt è capitan Michele Ferri, leader assieme al centro Michele Benfatto, a Ferrara entrambi dalla nascita della Pallacanestro Ferrara (2011). Guardia è la combo-guard a stelle e strisce Julius Mays (17 punti a gara), ala piccola Gabriele Spizzichini. Assieme a Benfatto (6 rimbalzi di media), sotto canestro giostra l’ala forte ex Clemson University, Milton Jennings (8 rebounds a partita). Coach Furlani attinge anche dalla panca, non lunghissima come ad avvio campionato: ai giovani Riccardo Bottioni (ex di turno), Davide Andreaus e Vincenzo Pipitone, di recente si è aggiunto l’espertissimo ex Scafati e Pesaro, Simone Flamini.

Matteo Mecacci: La prima partita del girone di ritorno ci vede subito opposti alla squadra che finora ha meritatamente dominato la prima parte della stagione regolare. Ferrara nonostante gli infortuni di Infanti, Casadei e Flamini rimane secondo me la formazione più solida del campionato. Finora ha costruito i propri successi non solo sull’attacco – hanno talento e punti nelle mani – ma anche e soprattutto sulla difesa. La fisicità di Benfatto e del giovane Pipitone si fa sentire sotto canestro, inoltre la Mobyt può schierare anche quintetti atipici spostando da 4 sia Andreaus sia Spizzichini. Noi purtroppo saremmo voluti arrivare all’appuntamento vivendo una settimana senza problemi fisici, ma allo stesso tempo la squadra è consapevole di avere l’opportunità di cogliere una grandissima occasione. Contro Ferrara abbiamo la possibilità di agganciare il gruppo delle seconde in classifica e ciò coronerebbe quanto di buono abbiamo fatto in quest’ultimo mese e mezzo.

Matteo Motta: Come ci ha detto in settimana il nostro capitano (Davide Parente) giochiamo contro la capolista e quindi le motivazioni non possono mancare. E’ sicuramente la partita più importante della stagione perché la Mobyt è la squadra da battere e in settimana ci siamo preparati per dare il massimo e vincere l’incontro.

Arbitri: Perretti di Napoli, Chersicla di Oggiono (Lc) e Brindisi di Torino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here