Mantova, 200 tifosi presenti all’allenamento a porte aperte

Cucci: “Impressionato dal tifo mantovano ai playoff con Tortona”. Moraschini: “Qui ho ritrovato tanto entusiasmo”. Il vicepresidente Negri: “Tanti giovani ma con esperienza”.

di Alberto Carmone

Erano circa 200 i tifosi presenti al PalaLù di Lunetta (MN) accorsi per assistere all’allenamento a porte aperte degli Stings, ritornati dal ritiro di quattro giorni in Val di Non. Nel corso della seduta hanno trovato spazio anche Leon Tomic e Andrea Albertini che disputeranno la prossima stagione in maglia Sustinente in C Silver. Tanta curiosità tra i tifosi per il rookie Jared Brownridge e per vedere all’opera i giovanissimi Daniele Costanzelli e Matteo Ferrara, oltre ovviamente al resto del gruppo.

A rilasciare alcune dichiarazioni al termine dell’allenamento sono stati il nuovo centro Valerio Cucci, l’ala piccola Riccardo Moraschini e il vicepresidente Adriano Negri.

Così l’ex lungo di Tortona: “Il ritiro è stato utile per conoscerci e per legare tra di noi. La serie playoff? Sono state gare a viso aperto per due squadre che avrebbero meritato entrambe di passare. La chiamata del coach al telefono è durata 90 secondi, al termine dei quali avevamo trovato l’accordo. Il tifo mantovano al PalaOltrepo mi ha conquistato, tanto che ero venuto a complimentarmi con la curva alla fine di gara 5. I risultati arrivano grazie al lavoro giornaliero, quindi non ci resta che dare il massimo, visto che comunque la squadra ha delle ottime qualità”.

Impegnato in un lavoro individuale in palestra, Riccardo Moraschini commenta così il suo ritorno a Mantova: “Sto recuperando bene, sto cercando di recuperare la giusta forma fisica prima di allenarmi insieme al gruppo intorno a metà settembre. Ho trovato un bellissimo ambiente, con tanto entusiasmo. Nonostante avessi altre chiamate dalla Serie A, ho scelto Mantova e ne sono molto contento”.

Chiude la serie di interviste, il vicepresidente Negri: “Sarà sicuramente una stagione impegnativa, ma sono convinto che i ragazzi sapranno fare bene. Moraschini avrà un ruolo importante nella squadra, il suo carisma potrà dare sicurezza ai nuovi giovani. Ci aspettiamo responsabilità dai nostri giovani che hanno avuto già esperienze nelle scorse stagioni come Ferrara e Timperi. Certo, dovranno ricevere un buon supporto da parte dei più esperti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy