Mantova, Bryan a Radio 5.9: “Occorre ritrovare il nostro equilibrio. Contro Piacenza due punti a tutti i costi”

Il centro della Dominica ospite a Speak & Roll ha anche ringraziato i tifosi rosetani per l’accoglienza: “Due anni fantastici, grazie ai tifosi per i cori”

di Alberto Carmone

Intervenuto a Speak & Roll su www.radio5punto9.it, il centro dominicano della Dinamica Generale Mantova Sylvere Bryan ha analizzato il momento degli Stings, reduci dalla trasferta di Roseto e pronti ad affrontare l’Assigeco Piacenza lunedì 20 per il posticipo del 25esimo turno di A2 Est.

Su Roseto: “E’ stata una gara tosta come ci aspettavamo. Sapevamo che giocare a Roseto sarebbe stato difficile, anche perché ci ho giocato fino all’anno scorso. Lì il pubblico è il vero sesto uomo. Abbia ancora tante cose su cui lavorare per tornare a vincere. E’ troppo tempo che ci manca la bella sensazione di tornare a casa con una vittoria. In questo momento dobbiamo stare uniti per portare a casa i due punti nelle prossime partite. Smith ha fatto cose straordinarie, realizzando molti canestri difficili e ha dimostrato perché è il capocannoniere del nostro campionato. Coi suoi canestri ha sempre fermato i nostri tentativi di rimonta e ciò ha caricato il pubblico e tutta la squadra. Smith però non sarà l’unico fuoriclasse che incontreremo da qui alla fine del campionato e dobbiamo essere bravi a trovare un modo per fermarli. Noi vogliamo e possiamo essere una squadra vincente. Il nostro spogliatoio è composto da bravissimi ragazzi, siamo molto uniti, ma in campo non riusciamo a dimostrarlo. Bisogna essere coesi dentro e fuori dal parquet. Sono stato in squadre dove non c’era feeling nello spogliatoio eppure vincevamo, ma anche in team in cui c’era un grande gruppo di ragazzi. Nelle ultime giornate abbiamo perso l’equilibrio che avevamo trovato nelle precedenti partite. Ora è arrivato il momento di ritrovarlo e di limare i nostri difetti. L’accoglienza a Roseto? E’ stato fantastico ritrovare le persone che mi hanno voluto bene per due anni e ricevere l’affetto dei miei ex tifosi che mi hanno dedicato anche dei cori alla fine della partita”.

Su Piacenza: “E’ una partita da vincere, come tutte le altre che ci restano, anche per far vedere che c’è un cambiamento di mentalità. Dobbiamo dimostrare di essere vivi, lo merita la squadra, il pubblico e lo staff. Dovremo essere bravi a rispettare le indicazioni di coach Martelossi, in particolare dovremo trovare il modo per fermare Hasbrouck che ha tantissimi punti nelle mani, soprattutto nell’ultimo quarto. Spesso si carica la squadra sulle spalle coi suoi tiri da tre punti. Occhio anche a Bobby Jones che si prende tanti falli e che ha un gioco ‘sporco’. Credo che se limiteremo questi due giocatori le nostre possibilità di vittoria possano essere maggiori. Servirà una gara solida, dove ognuno di noi farà il suo dovere. Non serve essere spettacolari, bisogna vincere in qualsiasi modo e conquistare i due punti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy