Mantova, Ceron a Radio 5.9: “Ad Udine vittoria fondamentale. Ora niente passi falsi”

A Speak & Roll ha parlato anche Tomassini di Verona: “Buon momento per noi. Le difficoltà ci hanno reso più compatti”

di Alberto Carmone

Intervenuti ai microfoni di Web Radio 5.9 durante Speak & Roll, il playmaker della Tezenis Verona Giovanni Tomassini e l’ala piccola della Staff Mantova Marco Ceron hanno presentato la sfida tra Mantova e Verona.

Giovanni Tomassini (playmaker Tezenis Verona): “Con Milano è stata una vittoria di squadra che conferma il nostro ottimo momento. Abbiamo giocato bene chiudendo la sfida con ottime percentuali che dimostrano quanto stiamo muovendo ottimamente la palla in attacco. Siamo contenti di aver svoltato la stagione dopo l’inizio molto complicato. Abbiamo avuto diversi problemi fisici tra infortuni e positività al covid e queste difficoltà ci hanno responsabilizzato di più. Sono situazioni in cui è necessario essere compatti. L’assenza di Rosselli ci ha portato a cambiare il nostro gioco sfruttando maggiormente il post basso dei nostri lunghi. Inoltre i tiri da tre punti vengono costruiti in modo diverso rispetto a prima.

I tanti subiti nelle ultime partite? Molto è dipeso dagli alti ritmi che hanno portato ad avere più possessi.  Con l’Urania abbiamo complessivamente difeso bene soprattutto sui maggiori punti di forza dei milanesi.

La Tezenis ha ancora obiettivi importanti, vogliamo fare una grande annata. Ci sono tante squadre lunghe ed esperte, ma possiamo essere protagonisti se continuiamo ad avere l’atteggiamento mostrato nell’ultimo mese.

Mantova? Domenica dovremo mettere in campo la stessa intensità e lo stesso ritmo delle ultime partite. Possiamo giocare in modo veloce sfruttando bene le soluzioni interne che spesso ci hanno permesso di segnare tanto”.

Marco Ceron (ala piccola Staff Mantova): “Con Udine era importante tornare a vincere per darci entusiasmo e dare un significato al nostro lavoro settimanale. È una vittoria arrivata al termine di una prestazione solida e che fa bene a tutto l’ambiente. Nelle ultime partite non eravamo mai stati continui per diversi motivi, ci disunivamo in difesa e in attacco fermavamo troppo la palla. Coi friulani è stato fondamentale l’apporto difensivo, abbiamo tenuto Udine a 58 punti e questo ci ha fatto vincere. Tutti sono stati protagonisti, anche Maspero che ha segnato una bomba importante in un momento delicato della sfida.

Coach Di Carlo? Chiaramente le ristrette tempistiche non l’hanno aiutato nel far comprendere il suo gioco. Ha però avuto dei colloqui individuali con ognuno di noi per farci capire regole e identità difensiva. Questa settimana sarà importante per approfondire ancora di più la conoscenza del suo basket. È stato bravo a lavorare sulla mentalità della squadra.

Se riusciamo a migliorare nei dettagli non dobbiamo porci limiti. Non dobbiamo temere nessuno, abbiamo le potenzialità per fare bene. Serve però accelerare il passo, abbiamo perso dei punti importanti. Abbiamo bisogno di iniziare una striscia di vittorie e imporre il nostro basket, non ci sono più concessi dei passi falsi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy