Mike Hall su Twitter: “In serie A offrono meno a me da titolare che al mio cambio!”

0

Il solito vulcanico Mike Hall su twitter. L’ex Bondi Ferrara, sul proprio account twitter, ha infatti raccontato una serie di episodi legati alla sua carriera. L’americano è partito dal mercato: “Una squadra di serie A vorrebbe me come chioccia di un giocatore di A2. Io sarei il titolare e lui il mio cambio. Mi hanno fatto chiamare per convincerlo. Dopo a lui hanno offerto 150 mila dollari, a me 60 mila”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017400952482037760″]

Si è poi passati ad alcuni racconti sulla sua carriera, definita come “Nessuno ne ha avuta una come la mia”.  Ha poi aggiunto: “Questa è la mia post season più strana. Alcune delle squadre “più povere” di A2 e un club di Serie B mi hanno offerto due, tre volte più di una squadra di Serie A”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017408525675290626″]

È poi tornato sul suo passato: “La mia carriera europea iniziò perché Jumaine Jones fu squalificato dalla FIBA in quanto firmò un contratto con due formazioni contemporaneamente. Questo fu il motivo per cui arrivai a Milano.”

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017410016083521538″]

Simpatici anche i restanti annedoti. “Sono sicuro di esser stato il primo giocatore sospeso da una squadra per colpa dei social media. Scrissi su facebook nel 2009 che Milano era in ritardo di due settimane con i pagamenti. Mi multarono con 5000 euro e una giornata saltata. Andai dal club e gli regalai 20 bottiglie di Champagne”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017413366690664449″]

C’è stato anche spazio per racconti sul suo trascorso all’estero. “Sono stato in Venezuela. Una volta a metà partita la mia squadra uscì dallo spogliatoio. Allora io chiesi dove stavano andando e loro mi risposero: “pausa sigaretta”! Allenatore compreso. Una settimana dopo ero già su un volo di ritorno. In Argentina chiesi quando sarebbe arrivata la mia auto, come risposta mi consegnarono una moto. La palestra invece aveva un buco sul tetto, quindi se pioveva l’allenamento non si faceva!”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017414206348582913″]

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017415120517922820″]

Si è poi passati all’avventura a Teramo. “Perdemmo la prima partita a Milano dopo un supplementare mentre alla terza giornata cademmo per colpa di un alley oop di James White. Decisero di tagliarmi ma [la verità era che] non volevano pagarmi. Così decisero di farmi allenare con i ragazzi di 15 anni sperando di avere una risoluzione del contratto”.

Capitolo spagnolo. “In Spagna eravamo ai playoff di EuroChallenge ma non andavamo bene in campionato. Durante una partita il presidente entrò a metà gara nello spogliatoio e ci disse che in caso di un’altra vittoria ci avrebbe licenziato tutti. Così l’allenatore usò i giovani nella ripresa”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017425813413744640″]

Frecciatine anche sul suo allenatore ai tempi di Biella. “Eravamo in finale di Coppa Italia. Sotto di un punto. Timeout. Avevo segnato qualcosa come 27 punti e l’allenatore disegnò uno schema del cavolo per un mio compagno e perdemmo la partita. Andai in stazione e presi un treno per Milano in pantaloncini da gara e passai tre giorni a bere piangendo”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017428578349277186″]

Un altro aneddoto riguarda invece un’altra esperienza italiana a Milano. ” Il mio primo anno invitai tutta la squadra ad uscire per il mio compleanno. Nessuno mi aveva avvisato che in Europa si paga per tutti al proprio compleanno. Eravamo in 10 e mangiammo sushi illimitato con champagne. Hanno dovuto chiamare il signor Armani per pagare perché la mia carta di credito non aveva tutti quei soldi”.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/_Michaelinho/status/1017432453374447616″]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here