Perugia: intervista a Mattia Caroldi

0

Ormai al terzo anno a Perugia, Mattia Caroldi è diventato uno dei punti di riferimento della squadra, quasi 12 punti di media a partita con circa il 50% al tiro nonché 2,3 assist per gara, Sabato hai confermato quello che di buono stai facendo da inizio campionato, come consideri la tua stagione fino ad ora?

Per me è stato un periodo difficile soprattutto fuori dal campo, ho avuto alti e bassi ma attualmente sono soddisfatto di come sto giocando, riesco a lavorare con serenità ed ho fiducia in quello che tutta la squadra sta facendo da inizio stagione. Credo sia molto positivo anche il lavoro che la società sta realizzando nelle scuole, sentiamo la città sempre più vicina, mi sembra si stia creando veramente più feeling con tutto il pubblico.

Sabato sera Truccolo e Cutolo hanno infilato le triple della rimonta e te hai sigillato dalla lunetta la vittoria, dopo un inizio sotto tono sei riuscito, così come tutta la squadra, a salire di livello.

Sabato è stata una partita incredibile, non ho ancora ben chiara la dinamica di quello che sia veramente successo! Abbiamo fatto inizialmente una gara un po’ in attesa dell’avversario, questo ci ha portato a subire troppo, nella seconda parte invece siamo riusciti a farla nostra ed a condurla chiudendo con una splendida vittoria. Da questo match voglio vedere solo l’aspetto positivo, abbiamo avuto una grande reazione d’orgoglio, in questa gara è stato più il fattore emotivo ad incidere che l’aspetto tecnico, rimane il fatto che possiamo e dobbiamo migliorare, non abbiamo giocato all’altezza delle nostre possibilità. Vorrei ringraziare i tifosi, è stato fondamentale il loro apporto, quando eravamo sotto di dieci lunghezze siamo rientrati in campo dal time out con tutta la gente che ci ha accolto in piedi incitandoci, ci hanno dato forza e fiducia, hanno capito il nostro momento di difficoltà e grazie al loro tifo siamo riusciti a portare a casa i due punti.

Adesso arriva Omegna, la corazzata del campionato che ha perso una sola volta fino ad ora.

Questa partita secondo me arriva al momento giusto, per noi è un buon esame di maturità per valutare cosa vogliamo fare per il resto della stagione, certo è che speriamo di affrontarla al completo e che Poltroneri riesca a recuperare dal colpo subito Sabato. Omegna è una squadra fortissima, mi hanno stupito perché nonostante abbiano cambiato molte pedine stanno giocando bene sin dalla prima giornata, sono riusciti subito ad amalgamarsi ed esprimono un gioco di altissimo livello, devo dire che si sta dimostrando come la squadra che è stata descritta questa estate, votata alla vittoria del campionato.