Perugia-Latina: all’Evangelisti un warm-up per i play-out

0

La bella prestazione, anche se sfortunata in quel di Matera (62-58), tutta decisa negli ultimi sette secondi, ha in qualche modo cancellato l’orrenda figura della Liomatic di domenica scorsa contro Omegna, la sintesi peggiore di questa stagione che piatta e avara di emozioni è dire poco.

Ma oggi la Perugia di Andrea Fabrizi, la Perugia dei giovani che danno una mano ai big, e che non ha altro da chiedere a questa regular season se non il tempo necessario per ritrovare Poltroneri al top e un gruppo sereno alla vigilia dei play-out, affrontera’ una squadra, Latina, che partita in stagione molto al di sotto delle aspettative, ma oggi può vantare un roster rispettabile, pericoloso per qualsiasi compagine di questa DNA.

Anche perchè con il tramonto della gestione Ferrari, luminosissima invece lo scorso anno con l’arrivo ai play-off, e il taglio di Marko Micevic, chiamato ad essere più maturo ma poi offerto all’altare di un’altra grande sconfitta di questa stagione come Chieti, sono arrivati coach Billeri, l’ultimo direttore d’orchestra dell’ultima grande Virtus Siena vista in A Dilettanti, quindi Matteo Canavesi, lungo con passato a Montegranaro in A1 e Biancoblù Bologna in A2, e poi il bomber Manuel Carrizo, ottimo realizzatore, ex capitano della neo promossa Ferentino, collezionista di trentelli, un marcatore puro. Ma sottotono nell’ultima gara interna contro Reggio Calabria (solo 8 punti), non a caso vincente sul parquet del PalaBianchini nonostante la rimonta in extremis della Benacquista (83-91 per la Viola).

Innegabile che i pontini si siano ripresi e alla grande rispetto alle secche di fine anno, riprendendo un po’ di terreno in classifica, fino al terz’ultimo posto, a +6 dalla Liomatic. Il resto della squadra puo contare su Riccaardo Tavernelli, play scuola Desio e molto intenso, Tommaso Plateo (in crescita) e Riccardo Santolamazza, altri due play/guardie di esperienza, mentre a completare il roster ci sono l’ex Recanati Alessandro Cecchetti, autore di 14 punti contro Reggio, Marco Arrigoni e la bandiera Tommaso Milani, sempre pronto a stupire.

La Liomatic in terra laziale riusci a portare i 2 punti a casa, con 28 punti di Poltoneri: ancora e’ in dubbio il leader dei grifoni, ma dopo Matera gli uomini di Fabrizi possono di certo portare a casa una vittoria che manca da diverse giornate, l’ultima in quel di Chieti.