Perugia: prima intervista al “neo grifone” Bisconti

0

 

Cosa ti ha convinto di Perugia? Come ogni giocatore quando decide di cambiare squadra ho preso delle informazioni sulla società, la cosa che mi ha sorpreso è che tutti me ne hanno parlato bene, sotto ogni punto di vista, questo fatto mi ha talmente incuriosito che non potevo che accettare, così ho firmato senza pensarci su due volte.  Ma soprattutto credo che dal punto di vista tecnico sia una situazione molto interessante. Arrivo a far parte di un gruppo che negli ultimi due anni ha fatto molto bene, nella stagione che viene cercheremo come minimo di ripeterci se non di migliorarci anche se sappiamo che non sarà facile.

Cosa pensi della nuova DNA e della suddivisione dei gironi, nonché delle potenziali avversarie?
Sono 9 anni che milito in questa categoria e credo che l’inserimento delle nuove regole siano dure da digerire, non mi convincono appieno sia le nuove imposizioni sugli under che la nuova formula modello NBA. Ho fiducia comunque nel sistema e sono sicuro che alla fine verrà fuori un bel campionato, anche perché non mi sembra di vedere per ora una formazione in particolare che possa essere nettamente più forte delle altre, alla fine sarà un torneo molto equilibrato e noi avremo il dovere di provare a stare il più in alto possibile.

Giocatore esperto, tre promozioni dicevamo, Latina, Barcellona Trapani, e un’esperienza anche in A1 con Reggio Calabria, prospettive per il futuro prossimo?  Beh ad essere sincero posso dire che ancora non mi sono di sicuro accontentato, ho ancora voglia di provare a fare bene (e invito tutti i sostenitori perugini a fare i dovuti scongiuri!!!!! ), come dicevo è un campionato equilibrato e non sarà facile essere i migliori. Sono molto carico e motivato e posso assicurare a tutti i tifosi che metterò il massimo impegno per ripagare la fiducia che la società umbra ha riposto in me.