PMS, Tommasini carica i suoi:”Vietato distrarsi contro l’Assigeco”

0
TORINO – Prosegue la striscia positiva per i torinesi, che hanno iniziato l’anno nel migliore dei modi : dopo il passo falso contro Matera, hanno infilato un filotto di tre successi consecutivi, vincendo di misura su campi difficili quali Perugia e Recanati e imponendosi senza troppi grattacapi al Ruffini contro Latina.
QUI PMS – Con il duo ex Benetton Kuba Sandri sugli scudi contro Recanati (40 punti in due) e l’exploit dell’ex Baldi Rossi contro la Liomatic, Torino mette allo scoperto ancora una volta tutto il suo potenziale : in ogni partita può contare su un protagonista differente in grado di fare la differenza. La sfida di domenica proporrà un bel duello in cabina di regia tra Tommasini e Marino, il play gialloblù in un’intervista pubblicata sul sito della Zerouno avverte :” Sappiamo che non c’è nessun avversario che possiamo prendere “sotto gamba” tanto meno Casalpusterlengo. Non sono a ridosso delle posizioni di testa, ma sono certamente una squadra che bisogna temere, con ottimi giocatori in ogni reparto”.
BASKET TALES – Molta attenzione hanno riservato in settimana i media all’altro protagonista Wojciechowski, corteggiato da numerose società, che confessa di sentirsi a casa sotto la Mole. Il nazionale polacco, si racconta in una lunga ed interessante intervista pubblicata da Tuttosport (nelle pagine locali), dai primi timidi passi nel mondo della pallacanestro (dopo aver provato anche il calcio) all’incontro con il manager Gherardini che lo ha convinto a trasferirsi a Treviso.Kuba ironizza anche sulla sua grande dimestichezza con l’italiano, affermando che imparato il polacco si può imparare tutto.
 
QUI ASSIGECO – Gli ospiti si presentano al Ruffini occupando la nona piazza in classifica, dopo una partita dentro fuori per le Final Four sfumata per un soffio contro Castelletto. Nelle ultime giornate hanno strapazzato in casa la Brandini (che fece soffrire Torino al Ruffini), perso di un soffio contro Chieti e sconfitto nettamente Recanati in casa. Avversario tradizionalmente ostico per i gialloblù, nella scorsa stagione cedettero nella gara di andata, per poi bilanciare vincendo nettamente il big match di ritorno, quest’anno sono tra i pochi ad aver fermato la corazzata di Pillastrini nella terza giornata di andata. Allora scendeva in campo una Pms ancora in fase di rodaggio ed una prestazione maiuscola di Wojciechoski non bastò per salvare i gialloblù.La Zerouno nel frattempo ha fatto enormi progressi ed indubbiamente non è più la stessa : per Pillastrini e compagni si tratterà di un impegno importante da non sottovalutare.Il giocatore più rappresentativo è il play maker Marino abile a dispensare assist e punti (ex Treviglio, 11.4 di media e terzo assoluto nella classifica degli assist con oltre 4 all’attivo), da tenere d’occhio gli esterni Prandin (oltre 15 punti di media), l’altro ex Comark Planezio e il giovane Fiorito (classe ’91). Sotto i tabelloni coach Zanchi può contare sull’apporto preziosissimo di Chiumenti (13 punti di media e 7 rimbalzi, al 9° posto nella classifica di valutazione) e sulle alternative Bellina (lo scorso anno in forza ai fiorentini) e Ricci (oltre 8 punti e 6,5 rimbalzi di media).Furono proprio i lunghi a fare la differenza al Campus : un suntuoso Chiumenti (15 punti e 29 di valutazione) mise l’ipoteca sulla sfida dell’andata. Dirigerà la coppia arbitrale Capullo Lo Scalzo, palla due prevista per le 18.