Post Gara2 Mantova – Ferrara: gli Stings vicini a Clemente e Jefferson

0

La Pallacanestro Mantovana, in riferimento agli accadimenti del dopo gara della semifinale playoff contro Ferrara dello scorso lunedì 19 maggio, intende divulgare il seguente comunicato stampa, fortemente voluto dai propri giocatori.
In un momento così delicato della stagione, la società stessa intende in questo modo dimostrare il proprio supporto e la propria vicinanza a squadra e staff tecnico, deprecando in modo assoluto quanto accaduto nel post partita di gara 2, e auspicando che le attenzioni dei protagonisti impegnati siano dedicate esclusivamente al basket giocato ed al rispetto dell’uomo e dell’avversario, dentro e fuori dal campo.
Condividiamo a pieno i valori di lealtà, rispetto, sana rivalità e onore che i nostri Stings hanno espresso nelle loro parole che seguono, sperando che il rispetto fra gli uomini possa essere di guida per tutti in qualsiasi circostanza.

Dichiarazioni degli atleti della Pallacanestro Mantovana

“Noi giocatori della Pallacanestro Mantovana, in quanto fortemente colpiti e scossi da quanto successo durante la partita di lunedì scorso, desideriamo esprimere la vicinanza ai nostri compagni Johndre e Ramon.
I giocatori sono abituati ai contatti duri, a scambi verbali e provocazioni anche accese in campo, e tutti sanno come difendere e supportare i propri compagni. Ma i momenti di tensione a fine partita, che comunque ci sentiamo di criticare, sono stati figli di un’offesa che è impossibile da giustificare.
Esiste un limite, oltremodo conosciuto e condiviso da chi vive a contatto con giocatori di provenienze diverse e, soprattutto, di culture diverse.
Le provocazioni non possono mai sconfinare nell’offesa razziale e nella denigrazione. Queste degenerazioni sono inaccettabili nella vita quotidiana e, a maggior ragione, non permettiamo e perdoniamo che accadano sul campo e nello sport in genere.
Crediamo che valori quali lealtà, rispetto, sana rivalità e onore siano fondamentali nello sport, e per questo, insieme ai nostri compagni Johndre e Ramon, andremo oltre, uniti, da squadra, come abbiamo sempre fatto aldilà di qualsiasi risultato sportivo.
Conosciamo bene la società, i giocatori e tutto l’ambiente ferrarese e per questo vogliamo pensare che si sia trattato di un episodio avventato, isolato e non voluto e che siano solidali con noi nel dispiacere e nelle scuse verso i nostri compagni.”

In fede

Jordan, Alex, Davide, Giovanni, Johndre, Luca, Mike, Mirza, Ramon

Ufficio Stampa Pallacanestro Mantovana