Qui Castelletto: riviviamo il post-partita di SBS-ZeroUno visto da De Pol e Faina

0

Le impressioni dei due allenatori nel post-partita di Castelletto-Torino. Cominciamo dall’allenatore della squadra di casa, Alessandro De Pol:

Un primo commento a questa vittoria importante

E’ stata una partita molto dura, dove abbiamo cominciato decisi e sicuramente ancora un po’ arrabbiati per come è andata domenica scorsa, una partita che potevamo portare a casa e che invece ci è sfuggita dalle mani per demeriti nostri e meriti di Perugia, e quindi volevamo un risultato positivo. I ragazzi stanno lavorando bene, abbiamo fatto due buone partite contro ottime squadre che se dovessero essere promosse credo che nessuno avrebbe niente da ridire con organici di primo livello e la classifica lo dimostra, i miei stanno facendo dei passi avanti ogni volta, stanno maturando anche i giovani abbastanza velocemente. Ci sono sicuramente tante cose da sistemare sulle quali bisogna lavorare per metterle a posto, però un passo alla volta lo stiamo facendo e questa è la cosa più importante, la vittoria di stasera è una conferma di quanto stanno facendo.

Squadra in crescendo, direi oggi vittoria meritatissima

Si i ragazzi sono stati in testa dall’inizio della partita con l’atteggiamento giusto, abbiamo avuto ancora dei momenti di poca lucidità dove abbiamo permesso a Torino di avvicinarsi e non abbiamo ammazzato la partita specialmente alla fine, è un processo che richiede il suo tempo e sul quale stiamo lavorando un po’ alla volta.

Quando Torino vi ha raggiunto potevano arrivare dei fantasmi e invece è stato il momento in cui avete dato lo strappo decisivo

Siamo stati bravi, anche a Perugia è successa la stessa situazione, ma questa volta i ragazzi sono stati lucidi e bravi a riprendere vantaggio, a Perugia poi ci sono stati degli episodi che ci hanno condannato e speriamo che la partita di oggi ci serva di lezione, hanno mantenuto il vantaggio pur con qualche ingenuità di troppo e qualche sbavatura che si poteva di sicuro evitare. Ci potevamo concedere un finale di partita più tranquillo, ma abbiamo vinto, va bene così e questa è la cosa più importante.

Domenica trasferta a Trieste

Domenica andiamo a incontrare un’altra squadra in testa al suo girone, un ottimo test, spero che Cotani stia bene (problema muscolare per lui) e che non sia niente di grave per poterlo avere anche in settimana. Dovremo, in teoria, avere anche il nostro play titolare Ferrarese, ma queste sono cose che valuteremo con il nostro staff medico.

La parola passa ora a coach Faina per un commento generale sulla prestazione della squadra:

La partita si commenta da sola, con il suo risultato, Castelletto è sempre stata in vantaggio tranne un momento in cui l’abbiamo presa. Loro hanno avuto un approccio e un impatto migliore sulla partita, sicuramente avevano più fame loro di noi il che mi lascia molto perplesso, nel senso che una squadra come la nostra che vorrebbe lottare per i vertici dovrebbe avere fame sempre non solo quando arriva Omegna o le altre top del girone. La partita di oggi avremmo potuto vincerla o perderla, ma sicuramente avremmo potuto giocarla meglio, essendo in partita fin dall’inizio e non inseguendo tutto il tempo, da questo punto di vista il risultato della partita non fa una piega, loro hanno tenuto il pallino per tutta la partita e l’hanno portata fino in fondo. Certamente avrei preferito che Perugia avesse sbagliato quella serie di tiri da tre contro Castelletto e che li avessi messi io, invece è successo il contrario ma non si può recriminare su questo, non possiamo aspettare che le cose ce le risolva il destino o la fortuna ma dobbiamo risolvercele da noi con la caparbietà nel fare le cose. Noi oggi abbiamo difeso, o meglio non la abbiamo fatto nel primo quarto, poi abbiamo cominciato ma nel momento buono ci mettevamo sempre un errore e così di certo non può andare, la concentrazione deve esserci per tutta la partita, minuto per minuto, in tutte le partite del campionato altrimenti dimostreremo di essere la squadra che non vogliamo essere.