Qui Chieti Preview: Al PalaLeombroni è il turno dell’ Acmar Ravenna

0

Quarta giornata di campionato di DNA Silver che vede la Proger Chieti chiamata al secondo impegno casalingo consecutivo, dopo aver vinto domenica scorsa sulla Viola Reggio Calabria, questa volta lo scontro sarà contro la Manetti Ravenna.

Cominciato molto bene il cammino della Proger verso la salvezza, vittoria nella prima giornata su Recanati, poi la sconfitta contro Omegna e il riscatto nella scorsa giornata sulla Viola Reggio Calabria. 4 punti nella classifica generale, successi arrivati entrambi dinanzi agli occhi numerosi del pubblico di casa. Con questa quarta giornata la squadra guidata da coach Nino Marzoli potrebbe allungare a 3 le vittorie consecutive sul parquet di casa e conquistare altri 2 punti importantissimi in chiave salvezza.

L’ Acmar Ravenna arriva al match con gli stessi punti in classifica della Proger, 4, con due successi consecutivi e una sconfitta all’apertura del campionato. Alla guida della squadra emiliana troviamo coach Lanfranco Giordani, nato a Cervia (RA) nel 1964, dopo un breve trascorso da giocatore, arrivando fino alla serie D, all’età di 23 anni appende le scarpette al chiodo e comincia da qui la sua carriera da coach: dal 1995 fino al 1999 è a capo della Vis Basket Ravenna, in serie A2 femminile. Tra il ’99 e il 2005 allena il Basket Rimini, poi torna di nuovo a Ravenna, prima per allenare di nuovo l’A2 femminile, dove vince il premio “Miglior allenatore del campionato di A2/F girone Nord”, e dal 2012 è capo coach dell’Acmar Ravenna. Durante un’intervista in settimana queste sono state le parole del coach emiliano: “Dobbiamo migliorare alcuni particolari difensivi per crescere a livello complessivo, e la partita di Chieti giunge al momento giusto per provare a fare un passo in avanti sotto questo punto di vista. La Proger ha fatto ottime cose in casa, vincendo due partite tutt’altro che scontate: può appoggiarsi su due giocatori molto importanti per la categoria come Shaw e come Raschi, che reputo tra i migliori in questa categoria per comprensione del gioco. Sarà una partita difficile, ma anche per questa ragione molto stimolante”.

A disposizione di coach Giordani c’è un buon roster: nel reparto lunghi troviamo Giacomo Cicognani (classe ’92 e 205cm di altezza, prodotto del settore giovanile, ha partecipato anche agli europei Slovenia 2012 con la nazionale azzurra under 20), Francesco Amoni (classe ’84, 201cm di altezza, è il capitano dell’ Acmar dal 2010), Francesco Foiera (ala/centro classe ’75, 207cm di altezza, grande esperienza in serie A2) e i giovani Andrea Locci (classe ’93 e 205cm di altezza) e Simone Pillastrini (ala classe ’95 e 195 cm di altezza); nel reparto guardia/ala troviamo Luca Bedetti (classe ’89 e 193 cm di altezza), Mattia Ricci (classe’95 al suo secondo anno con Ravenna), Giorgio Broglia (classe ’86, ala di 198 cm) e Adam Sollazzo (guardia classe ’90, è il primo straniero nella storia del Basket Ravenna, originario della Florida, uscito dall’università e dopo un breve passaggio al Timisoara, in Romania, nel mese di novembre 2012 Sollazzo ha firmato per Lipsia, Germania, dove, in 14 partite, a 33’ di media, ha realizzato 19 punti con il 46% da 2 punti, il 34% da 3, l’80% ai liberi, 7 rimbalzi e 4 assist); alla regia troviamo i play- maker Eugenio Rivali, Matteo Tambone e il giovane Antonio Brighi.

La Proger Chieti e coach Nino Marzoli potranno contare sull’appoggio del pubblico di casa, che nelle prime due uscite casalinghe è riuscito anche a raggiungere il record di 1600 spettatori, sulla potenza di Shaw e Soloperto che si sta dimostrando una buona coppia lunghi, sulla rapidità di Glover e Diomede, sull’intelligenza tattica di Andrea Raschi, sulle bombe fulminee di Fabrizio Gialloreto e sulla panchina composta da Comignani, Di Emidio, Cesana, Mavelli, Bini, Cinalli e Marchetti. La partita di Domenica, 27 Ottobre, sarà diretta dai signori arbitri Vincenzo Volpe di Savona, Alex D’Amato di Roma e Guido Giovannetti di Terni. È tutto pronto dunque, aspettiamo solo la palla a due.