Qui Ferentino Preview: dimenticare subito Chieti

0

FERENTINO (FR) – Mai titolo è più appropriato per la FMC Ferentino di coach Franco Gramenzi: dimenticare in fretta la serataccia di giovedì scorso in quel di Chieti e ripartire subito, già domani domenica 16 ottobre alle ore 18:00, quando al Palazzetto dello Sport di Ferentino arriverà la Spider Bk Fabriano per la quinta giornata di andata del campionato DNA.

La sconfitta in terra abruzzese è stata pesante nonostante che lo scarto minimo di 6 punti poteva essere colmato solo con i troppi tiri liberi sbagliati dalla squadra gigliata, seguita al PalaSantaFilomena da un calorosissimo pubblico non ospitato a dovere come invece  accade a Ferentino con le tifoserie in trasferta. La FMC  ha mostrato qualche limite soprattutto mentale in alcuni suoi elementi e neppure i tanti consigli dello staff tecnico durante la vigilia sono bastati; inutile negarlo, ci si aspettava una partita “movimentata” dopo quello che era successo nell’amichevole estiva pre-campionato con lo scontro di gioco tra Iannuzzi e Raschi e tale è stata. A proposito di Iannuzzi, va detto che è stato fatto bersaglio dalla tifoseria locale di accuse pesantissime per tutto l’incontro e la successiva ed inevitabile ammenda economica comminata al Basket Chieti dalla Disciplinare ne è la dimostrazione che si è esagerato. Da segnalare che il break decisivo per Chieti si è avuto nel secondo quarto con un parziale di 21 a 6, quando si sono verificate due lunghissime interruzioni del gioco causa black-out della energia elettrica nell’impianto abruzzese. L’eccessiva pausa ha penalizzato i ragazzi cari al Presidente Ficchi considerato che il primo quarto è risultato in equilibrio ed i restanti terzo e quarto sono stati vinti nettamente dai ciociari. Comunque da rivedere il reparto lunghi e migliorare la rotazione dei piccoli, con l’ottima prova di Ciccio Guarino autentico leader della squadra.

Anche la Spider Bk Fabriano viene da una sconfitta evitabilissima con un “finale thrilling”; infatti dopo essere  stata avanti per 39 minuti di gara si è vista rimontare dalla BPMed Napoli nell’ ultimo giro di lancette. La formazione di coach Gabriele Giordani presenta il proprio leader in Mario Gigena ma attenzione anche a Nicolas Stanic ed al giovane Alessio Iardella. Già proprio quel Iardella che nella passata stagione, quando militava nelle file di S. Antimo, realizzò il canestro a fil di sirena che regalò alla sua squadra un’insperata  qualificazione ai play-offs poi Lega 2 a danno  proprio della FMC Ferentino. Il pivot della squadra marchigiana è l’interessante giovane Mirko Trapella sul quale pende un aneddoto: il ragazzo un po’ di anni fa era compagno di squadra di Danilo Gallinari e veniva considerato una promessa come e forse più del cestista  di Sant’Angelo Lodigiano.

Vincere contro Fabriano non sarà facile soprattutto se si commette l’errore di guardare la classifica dove la squadra marchigiana non merita la sua posizione alla luce delle ultime due prestazioni; lo sa bene un tecnico navigato come Gramenzi che dovrà comunque accelerare il processo di inserimento di Simone Bonfiglio per evitare all’onnipotente Ciccio Guarino dispendiosi straordinari. Si aspettano inoltre miglioramenti dei lunghi soprattutto nei punti per evitare tiri affrettati agli esterni.