Qui Recanati Preview: al PalaCingolani fa visita l’Assigeco

0

100 punti. Tanti sono quelli di differenza tra quelli fatti da La Fortezza e quelli dell’Assigeco Casalpusterlengo che si presenta domenica sul parquet di Recanati forte di questa capacità offensiva.

Sarà l’occasione per mettere alla prova la retroguardia recanatese che, seppur di poco, è meno perforata dei lombardi che viaggiano con 5 vittorie su sei nella Division considerata di più alto livello.

La Fortezza è galvanizzata dalla vittoria esterna di Treviglio ed in serie positiva da quattro turni. L’ambiente ne ha giovato e come aveva auspicato coach Coen la squadra “dopo le due sconfitte iniziali, ora si allena con maggiore piacere e tranquillità, quasi si diverte, avendo trovato dei giusti equilibri mentali e stimoli nuovi”.

Casalpusterlengo (ha demolito San Severo domenica scorsa), costituisce un vero e proprio esame di maturità per La Fortezza Recanati. I lombardi la stagione scorsa erano in Lega2, ma non sono retrocessi, si sono auto retrocessi  per affrontare comunque un campionato con ambizione ma con minore impegno economico. Coach Lottici ha in mano una squadra tosta ma da far crescere nel tempo. Comunque da non sottovalutare. 
“E’ una  formazione simile a Treviglio composta da giocatori molto giovani che hanno gran talento. Giocando in casa noi ce la metteremo tutta per cogliere una prestigiosa vittoria  e fare il salto di qualità”, commenta Marco Evangelisti, il super realizzatore della A/dilettanti l’anno scorso, con l’hobby della pesca insieme a Ceron e Pierangeli. Un terzetto pronto a gettare le lenze e mettere nella cesta due punti che consacrerebbero La Fortezza nel lotto delle grandi.

Se n’è accorto anche Superbasket che nel suo servizio dedicato alla DNA scrive “Chi espugna La Fortezza?” esaltando l’applicazione di quella concretezza difensiva che Coen predica alla squadra.
Gara affidata a Nicolini di Bagheria (PA) e Belfiore di  Napoli. Al tavolo, Segnapunti: Provenziani di Recanati; Cronometrista: Luzi di Potenza Picena ;  24 secondi: Mancini di Tolentino . 

Intanto alcune indicazioni dalle statistiche. Assente il roster de La Fortezza dalle Top20 per assist, rimbalzi e palle recuperate, si segnala l’ingresso, prepotente, al terzo posto dopo sei giornate, dell’under Cecchetti nella classifica dei tiri totali con il 63,89% e il secondo posto in quella da due con il 66,67% di capacità realizzativa. Ma l’uomo punti de La Fortezza rimane Evangelisti, al 4° posto con una media di 17.67. E per la bocca da fuoco leopardiana anche un sesto posto nella classifica di valutazione complessiva. Il ruolo del “cattivo” va a Chiarello, secondo nella classifica dei falli fatti. Per il gigante dell’area pitturata c’è però un nono posto nelle stoppate date. La prolificità di Evangelisti fa paura e allora niente complimenti da parte degli avversari: terzo nella graduatoria dei falli subiti

“La formula del campionato è strana e diversa da tutti gli altri anni –commenta ancora Evangelisti-. Risultati che in passato sulla carta erano scontati, come possiamo vedere da queste prime giornate, sono stati prontamente smentiti dalle molte sorprese. Noi dal canto nostro dobbiamo pensare partita dopo partita, come appunto stiamo facendo, perché si può vincere più in trasferta che in casa e quindi dobbiamo giocare sempre con grande intensità, stimoli e la voglia giusta per far sempre il nostro dovere e  bene“.

Casalpusterlengo presenta elementi già passati sul parquet del PalaCingolani: Casagrande (Siena), Castelli (Treviglio), Contento (Trieste), Biligha (Pavia), Loschi (Piacenza). Del roster dalla Lega2 sono rimasti Venuto, Prandin e capitan Chiumenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here