Roseto e Chieti sul mercato?

0

È il mercato a tenere banco per le due formazioni abruzzesi di DNA Silver, Roseto e Chieti. Entrambe hanno un unico obiettivo, la salvezza, magari passando per i play off, per conservare la prestigiosa categoria. E per farlo si sta vagliando ogni ipotesi, stimolata anche dalle manovre di altre formazioni in difficoltà nel mondo DNA, vedi Firenze o Imola.

Cominciando da Roseto, dove la situazione pare più intricata (almeno fino a stamattina), il bandolo della matassa è rappresentato da Nika Metreveli e Kevin Sowell: il georgiano si sottoporrà, nei prossimi giorni, agli ulteriori accertamenti concordati con il procuratori, ma anche l’esterno USA – fermo contro Ferrara domenica per un infortunio, potrebbe avere le ore contate in riva all’Adriatico.

Il suo sostituto? Secondo il quotidiano il Centro si tratterebbe di Brandon Wood: l’esterno, come anticipato, è in uscita da una Firenze rivoluzionata da Attilio Caja, e pronta ad accogliere Alvin Young. Approfondendo però come fatto dal portale Roseto.com, Wood non appartiene allo stesso procuratore dei due giocatori in bilico (Luciano Capacchioni), e la volontà della società sarebbe quella di rispettare il budget e confermare l’agenzia di provenienza dei nuovi innesti.

Sempre da Roseto.com, inoltre, arrivano le ragioni più tecniche dell’eventuale rilascio di Sowell: dare più spazio al rosetano Marini e ricollocare Genovese nel ruolo di “3”, in una rotazione che prevede Alex Legion come punta di diamante, accanto a un “4 da quintetto”, desiderato con forza da coach Trullo. In questo senso tornerebbe utile Capicchioni, e con nomi che possono sembrare azzardati: fra questi Michalis Kakiouzis, greco classe 1976, e Mike Wilkinson, statunitense naturalizzato macedone classe 1981. Due giocatori di tutt’altre ribalte, ma al momento free-agents, e sotto l’ala del Interperformances.

Sogno o realtà, intanto è attiva anche la Proger Chieti. Un’involuzione di risultati dovuta anche a difficoltà legate all’organico, visti gli infortuni. Ed è per questo motivo che la società del presidente Gianni Di Cosmo sta valutando con attenzione il da farsi. Il ruolo principalmente scoperto, visto anche il rendimento non troppo positivo di Glover, è quello del playmaker. La situazione tra l’altro, resa ancora più urgente per l’allontamanento temporaneo dal roster dell’americano – che non ha gradito una sostituzione nella partita di domenica, dimostrandolo platealmente – alimenterebbe l’interesse che “Il Centro” ha confermato questa mattina, e che riguarderebbe Marco Passera, al piano di sopra con la maglia dell’Andrea Costa, ma infortunato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here