Roseto infermeria piena, con la Viola servono gli eroi

0

Come da titolo infermeria affollata in casa rosetana, Metreveli finalmente sulla via del recupero, ma il suo rientro sarà definitivo solo contro Recanati fra 2 giornate;  Marini fortemente debilitato dalla polmonite sarà in panchina ma solo per onor di firma e per Ricci è stata confermata la distorsione al ginocchio che lo terrà fuori per quasi un mese.

Ai già citati, nell’allenamento di ieri si è unito nel gruppo infortunati anche Salvatore Genovese, sospetto strappo al polpaccio per lui, circa un mese di stop, nel pomeriggio il DS Verrigni ha subito siglato l’accordo con l’ala Zaharie in forze al CUS Bari ma ( e qui la storia assume i Caratteri del grottesco) ha subito proprio nell’allenamento serale con i galletti baresi una frattura al naso, però dovrebbe comunque esserci per l’incontro con la Viola domenica indossando una maschera protettiva.

Viola Reggio Calabria che, invece, arriva a Roseto con tutti a disposizione, dopo un inizio non facile, il team calabrese, ha risalito la china nelle ultime giornate grazie a qualche innesto nel roster e si è portato fuori dalla zona retrocessione.

Coach Ponticello schiererà l’ex Bari Monaldi in regia, giovane play che viaggia a 10 punti e 2,5 assist in media. Completano il pacchetto esterni il passaportato Augustin Fabi e l’Inglese  Ashley Hamilton, che debutto proprio contro gli Sharks nel girone d’andata e risultò decisivo nella rocambolesca sconfitta degli squali in terra calabrese, l’ala comunitaria è la stella del roster arancio-nero con 16 punti e 9 rimbalzi in media. Nel ruolo di ala forte agirà Marco Ammannato e nel ruolo di centro il neo acquisto Papa Dia, lungo Senegalese di 212 cm (9 PPG 6 RPG).

Panchina folta per i Reggini,  il veterano Sorrentino e il giovane Sabbatino cambiano play e guardia, Caprari, altro giocatore esperto, può dare un po’ di fiato all’asso Hamilton, mentre a cambiare i lunghi ci saranno altri due giovani under: Gaetano Spera e Alessandro Azzaro che hanno fatto vedere entrambi il loro valore nel minutaggio loro concesso.

Come già detto i (pochi) senior rosetani dovranno giocare da veri eroi, tutti con minutaggio ampissimo e i giovani dell’under  19 non dovranno far rimpiangere i loro colleghi più esperti per conquistare la vittoria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here