Roseto: per la giornata biancoazzurra c’è Imola…ma anche Abdul Rauf

0

Tutto pronto in casa MEC Energy Roseto per la “Sharks Night”: quella che domani sera andrà in scena al PalaMaggetti in occasione della gara contro Imola sarà infatti una vera e propria festa biancazzurra. Il ritorno di Mahmoud Abdul-Rauf è certamente la notizia principale: ieri sera è stata organizzata una cena di gala in suo onore, con il pubblico rosetano che ha risposto in massa. Lo stesso è lecito attendersi per la partita di oggi contro Imola, in cui la diretta televisiva su SKY rappresenta un incentivo ulteriore a sedersi sulle tribune, più che un modo per guardarla da casa. Anche perché all’interno del palasport saranno organizzate altre interessanti iniziative nel corso del gara, ed in particolare all’intervallo. Rischia quasi di passare in secondo piano una partita che, a dir la verità, non dovrebbe smuovere la stagione in termini di classifica a nessuna delle due squadre (entrambe hanno ormai raggiunto la salvezza con largo anticipo, e sono piuttosto lontane dai playoff) ma proprio per questo potrà riservare grande spettacolo.

La MEC Energy in particolare viene da un periodo di grazia offensiva: nelle ultime cinque uscite, quattro volte Pitts e compagni hanno superato gli 85 punti. Con la rotazione a nove uomini gli Sharks sono cresciuti in modo esponenziale, beneficiando ovviamente anche dell’inserimento di Borra (20 punti domenica scorsa). Anche a livello mentale, la squadra di coach Trullo sembra rigenerata, se è vero che dopo il bruciante KO contro Scafati, Roseto ha condotto per 40 minuti l’ostica trasferta del PalaSassi. Una partita che ha di fatto consegnato la salvezza alla società biancazzurra: nell’ultima fase di stagione, gli Sharks possono semplicemente ambire al miglior piazzamento possibile, iniziando magari a gettare le basi con largo anticipo sulla pianificazione del prossimo campionato. Un aspetto importante, considerando anche quanto avvenne nella scorsa estate, con le cinque sconfitte iniziali che hanno pesato a lungo sulla classifica, oltre a costringere un cambiamento di assetto in corsa. Discorsi ancora prematuri, soprattutto perché in casa biancazzurra l’obiettivo è di salutare il ritorno del “Califfo” con una vittoria, possibilmente in un palasport gremito (o quasi) dimostrando davanti agli occhi di tutta Italia che a Roseto si respira ancora la passione di un tempo.

Tutto sembra apparecchiato al meglio, ma Imola di certo non farà sconti: in classifica l’Andrea Costa vanta due punti in più rispetto alla MEC Energy, ed ha stabilmente navigato lontana dalla zona pericolosa, pur se quasi tutto il suo fatturato è stato ottenuto nelle partite interne (nove vittorie al PalaRuggi, due fuori casa). Un roster inizialmente poco reclamizzato si è rivelato in realtà efficace, con i due americani Perry e Anderson, ed un gruppo italiano che mixa l’esperienza di Prato e Bushati alle rivelazioni De Nicolao e Hassan. Coach Ticchi fin qui ha lavorato molto bene, con la sua squadra che esprime una buona pallacanestro e scenderà al Lido delle Rose senza particolari pressioni. Ma ogni festa che si rispetti va chiusa nel migliore dei modi: in questo caso, con i due punti!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here