Serie A2, 22^ Giornata – Provvedimenti disciplinari

Le decisioni del giudice sportivo Fip.

di La Redazione

GIRONE EST

FERRUCCIO MARCO TASSINARI (UNIEURO FORLI’) (dir. accompagnatore) inibizione determinata per giorni 15 fino al 06/03/2018 per aver avuto un comportamento aggressivo nei confronti degli ufficiali di campo [art. 33,1/1c RG]

LUCA BORRA (UNIEURO FORLI’) (preparatore fisico) inibizione determinata per giorni 10, fino all’ 1/03/2018 per aver tenuto un comportamento offensivo nei confronti degli arbitri e della
cronometrista [art. 33,1/1b RG,art. 33,6 RG]

GSA UDINE ammenda di Euro 500,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.,art. 24,4 RG]

GSA UDINE Il Giudice Sportivo Nazionale, nelle more di verificare la posizione del sig. Pedone Alessandro, si riserva di assumere eventuali provvedimenti disciplinari

CONSULTINVEST BOLOGNA ammenda di Euro 500,00 per offese collettive frequenti del pubblico agli arbitri [art. 27,4b RG rec.,art. 24,4 RG]

GIRONE OVEST

METEXTRA REGGIO CALABRIA ammonizione per mancanza di acqua calda nello spogliatoio arbitrale [art. 38,1c RG]

SOUNDREEF SIENA ammenda di Euro 250,00 per offese collettive sporadiche del pubblico verso un tesserato avversario ben individuato (Tessitori A.V.)[art. 27,4a RG rec.,art. 24,4 RG]

MONCADA AGRIGENTO ammenda di Euro 1.500,00 per offese e minacce collettive frequenti del pubblico agli arbitri e verso un tesserato ben individuato della squadra avversaria (Spizzichini G.) [art. 27,4b RG rec.,art. 24,4 RG,art. 27,5bd RG rec.,art. 28,3 RG]

MONCADA AGRIGENTO ammonizione per guasto delle attrezzature obbligatorie (apparecchiatura dei 24″)[art. 40,1a RG]

BERTRAM TORTONA ammenda di Euro 250,00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri [art. 27,4a RG rec.,art. 24,4 RG]

NPC RIETI ammenda di Euro 250.00 per offese collettive sporadiche del pubblico agli arbitri [art. 27,4a RG rec.,art. 24,4 RG]

FONTE: Uff. Stamp Fip

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy