Torino obbligata a vincere con Trento

0

Torino deve cancellare un’altra sconfitta esterna, questa volta ad opera di Perugia, ed in particolare l’orribile prestazione offerta ai tifosi presenti nel terzo quarto subendo un parziale disastroso che di fatto ha sancito la quarta sconfitta stagionale, vedendo sempre più lontana Omegna che continua la sua serie di vittorie anche nel turno infrasettimanale della DNA.

A fine partita le parole di coach Faina esprimono tutta l’amarezza per questi due punti persi e la difficoltà obbiettiva di trovare rimedio ai black-out offensivi, ma soprattutto difensivi della PMS, che continua a faticare ad ogni match nonostante la caratura del roster messo a disposizione dal presidente Terzolo. Questa sfida dunque dovrà terminare giocoforza con una vittoria per la Zerouno, perché Treviglio e Casalpusterlengo sono pronte a sfruttare l’eventuale passo falso dei torinesi per avvicinarsi alle posizioni più ambite della classifica della division Nord-Ovest.

Ma andiamo a scoprire nel dettaglio il roster Trentino, che attualmente vanta un bilancio di otto vittorie, L’ultima maturata proprio contro L’Assigeco, a fronte di cinque sconfitte meritandosi di fatto la seconda posizione nella propria division.

Nella squadra trentina ci sono quattro uomini che, godendo di un minutaggio attorno ai 30′, si esprimono abitualmente in doppia cifra. Il top scorer è Andres Pablo “Toto” Forray, play dell’86 italoargentino: dopo aver regalato la promozione in Legadue vestendo la casacca della Fulgor Forlì, non si è praticamente mai ambientato nella seconda serie nazionale, chiedendo successivamente alla società di essere ceduto anche in prestito, ed ecco arrivare l’occasione con la Bitumcalor che il giocatore ha colto al volo. Uno come lui può fare la differenza in un campionato di DNA; finora ha prodotto cifre molto interessanti. Sotto le plance può fare dire la sua il centro Marco Pazzi, nato nel 1979 e reduce da due buone stagioni a Perugia. Per il nativo di Fermo Nel ruolo di ala piccola, Trento può contare anche su Walter Santarossa, 33 anni come Mauro Bonaiuti, con una carriera trascorsa ad alti livelli tra Serie A e Legadue, ex compagno di squadra dei Piemontesi Masper e Parente, che ha avuto l’onore di vestire la maglia azzurra negli anni passati. Si tratta quindi di un giocatore di altissimo livello per la categoria così come Forray. Lo spot di guardia, invece, è occupato da Luca Conte, classe ’80, con un passato in Legadue a Reggio Emilia e a Pavia.

Il roster che il presidente Zobele ha messo a disposizione del confermatissimo coach Maurizio Buscaglia è di tutto rispetto, il reparto over di Trento è senza dubbio uno dei più esperti dell’intera Division Nord-Est, caratteristica simile a Torino, che si affida come sempre agli espertissimi Masper, Giadini, Parente, Tassinari e Conti senza dimenticare ovviamente il settore under ben collaudato con Portannese, Fontecchio e Giusto su tutti, mentre Defant rimane ancora ai margini delle rotazioni del coach Filippo Faina; a questo proposito non si capisce ancora se la PMS stia cercando di intervenire sul mercato, magari rilasciando il giocatore, o semplicemente si tratti di scelte tecniche dell’allenatore che si affida ai suoi veterani lasciando poco spazio alla panchina, eccezion fatta per Portannese e Fontecchio.

L’incontro inizierà alle ore 18 di Domenica 11 Dicembre presso il Palaruffini di Torino.

Gli arbitri designati per la quattoridicesima giornata di DNA sono il signor Buttinelli e la signora La Rocca.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here