Torneo di Caorle – Avtodor Saratov concede il bis e vince il 12° Trofeo Sport System battendo Treviso

Torneo di Caorle – Avtodor Saratov concede il bis e vince il 12° Trofeo Sport System battendo Treviso

A Caorle, dodici mesi dopo l’affermazione del 2017, sono ancora i russi dell’Avtodor Saratov ad alzare il Trofeo Sport System.

di La Redazione

A Caorle, dodici mesi dopo l’affermazione del 2017, sono ancora i russi dell’Avtodor Saratov ad alzare il Trofeo Sport System. La formazione di coach Mokin conclude al meglio il proprio ritiro di due settimane nella cittadina del litorale veneziano, travolgendo la De’ Longhi Treviso in una finale giocata di fronte a una buona cornice di pubblico. Ai ragazzi di coach Menetti non riesce invece una nuova impresa dopo quella compiuta in semifinale con il Bamberg, il quale dal canto suo chiude la sua prima esperienza al torneo internazionale “Città di Caorle” al terzo posto, grazie all’affermazione nella finalina con Venezia.

De’ Longhi Treviso – Avtodor Saratov 61-88

TREVISO BASKET: Tessitori 13 (5/10, 1/2), Epifani 6 (3/7), Burnett 7 (1/5, 1/3), Sarto 9 (3/5 da 3), Wayns (0/1, 0/2), Antonutti 5 (1/3, 1/1), Barbante 2 (1/3, 0/1), Imbrò 4 (2/6, 0/4), Chillo 12 (6/12, 0/1), Agbortabi, Listuzzi, Vanin 3 (0/1, 1/2). All. Menetti.
AVTODOR SARATOV: Golden 5 (1/3, 1/4), Zaryazhko 1 (0/1), Carmichael 5 (2/3), Petenev, Buford 13 (3/5, 2/3), Makarov, McLean 18 (7/8, 1/4), Mikhailovski 4 (1/4), Kvitkoskikh 5 (1/1, 1/2), Zabelin 8 (2/3, 0/2), Kravish 6 (2/4), Moore 23 (4/6, 4/6). All. Mokin.
ARBITRI: Borgioni, Bartoli e Nicolini.
PARZIALI: 12-32, 31-58, 42-77.

NOTE: Tiri da due: Treviso 19/48, Saratov 23/38. Tiri da tre: Treviso 7/21, Saratov 9/21. Tiri liberi: Treviso 2/5, Saratov 15/22.

Di fatto, la contesa dura poco più di metà quarto. Poi l’Avtodor preme sull’acceleratore, piazzando un break di 21-3 negli ultimi 5′ della frazione, per un eloquente +20 alla prima pausa. I russi sono ispiratissimi dalla lunga distanza (8/13 nel primo tempo), ma si rivelano micidiali anche in contropiede: per due volte in pochi secondi Moore ruba e conclude il contropiede con una spettacolare schiacciata, facendo toccare addirittura il +30 ai suoi (44-14 al 14′). Nel secondo tempo Treviso ci mette l’orgoglio e non affonda, ma la partita ormai ha preso la direzione dei russi. A mettere il punto esclamativo è ancora McKenzie Moore, autore alla fine di 23 punti (4/6 sia da due che da tre) che gli valgono il titolo di MVP del torneo.

Uff.Stampa Veritas832

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy