Treviglio a Matera: chi proseguirà nel trend positivo?

0

Un gruppo rinnovato, rinvigorito dall’arrivo di Caroldi e Migliori, ma soprattutto rinfrancato da due successi consecutivi. Entusiasmo, determinazione e convinzione, ora sono questi gli aspetti che dominano il roster allenato da coach Giampaolo Di Lorenzo nelle sessioni di allenamento in palestra, in vista della sfida ad una delle capolista di questo torneo, la Remer Treviglio di giovedì sera alle 21 al PalaSassi.
All’andata gli orobici di Vertemati sudarono davvero freddo, contro quella Bawer “prima maniera”, ancora lontana dalla crepe che poi determineranno le dimissioni di DiLo e di Viggiano, con l’interregno della gestione Bianchi. Oggi però gli ospiti arrivano da un girone d’andata strepitoso, sempre in alto, e da un campionato in cui hanno sempre dimostrato che vincere con i giovani si può. Dimostrazione lampante, l’impresa di domenica sera a Ferrara, una vittoria emblematica del campionato strepitoso che questa squadra giovanissima sta facendo, e coincide con la riconquista del primo posto in classifica, seppur in coabitazione con Treviso (caduta in casa con Roseto e Scafati) e Ravenna. I 114 punti segnati a Ferrara, anche grazie a due tempi supplementari in una partita infinita, sono un record per Treviglio in questa categoria, così come record sono i 30 di Tommaso Marino in A2 Silver e i 29 punti con 9 rimbalzi per Gherardo Sabatini (anche se alcune statistiche davano 31 e 26 rispettivamente, ma poco cambia). Due playmaker in grado di realizzare 59 punti su 114, più della metà della squadra. Tra l’altro Sabatini, pur giocando playmaker, è un rimbalzi-sta notevolissimo, dall’alto dei sui 183 centimetri riesce aportare a casa più di 4 rimbalzi ogni partita, palloni che allafine risultano importantissimi. Nella memoria resta scolpito il canestro che haportato le squadre ai supplementari: con soli 5″ sul tabellone e la squadra sotto di tre pun- ti, il giovane play bolognese ha preso la rimessa, saltato un avversario in palleggio con estrema facilità, virato verso la corsia centrale del campo e lasciato partire un perfetto tiro in sospensione da quasi nove metri che si è infilato nel canestro facendo esplodere di gioia numerosi supporter trevigliesi giunti in Emilia.

Con questi due punti l’obiettivo della salvezza è quasi raggiunto, ma la truppa resta affamata, con tutti i suoi “giovani del surf”: Gaspardo, Carnovali, Kyzlink e Turel, accompagnati da un altro mastino della categoria come Lele Rossi, costituiscono davvero un brutto cliente per la Bawer, ma come conferma il General Manager dell’Olimpia Matera, Francesco Longobardi, “E’ tornato l’entusiasmo e si vede negli occhi dei nostri ragazzi. Le mosse fatte sul mercato stanno portando i giusti risultati in campo. Il lavoro di scouting fatto assieme al direttore sportivo, Cristiano Grappasonni, per trovare le persone giuste da introdurre nella nostra realtà è stato minuzioso ed ha portato all’inserimento immediato di due giocatori dalle qualità importanti e di grande esperienza come Franco Migliori e Mattia Caroldi. Anche Greene è apparso trasformato, più sereno, meno carico di responsabilità e capace di attaccare il ferro con maggiore regolarità, distribuendo bene anche una buona dose di gioco di squadra”. Due mosse che hanno portatola giusta carica per ripartire, verso l’obiettivo salvezza, che dopo otto sconfitte consecutive, l’ambiente temeva di non poter più perseguire. “Molti si sono chiesti come mai non abbiamo agito prima – riprende il Gm Longobardi – Ma servivano dei tempi necessariamente più lunghi per poter scegliere gli atleti e gli uomini giusti per dare un contributo importante al nostro progetto. Inoltre, anche la parte economica è stata importante. Lo sponsor e soprattutto il co-sponsor hanno dovuto fare la propria parte per permetterci di inserire Caroldi e Migliori nel gruppo”.

Ed a questo punto, servirà l’aiuto di tutti. La società ha messo in atto le mosse adeguate per migliorare il roster di coach Di Lorenzo, ed anche l’ambiente attorno alla squadra ha risposto positivamente. L’amore per il biancazzurro dell’Olimpia Matera deve tornare forte, per spingere questa squadra verso grandi risultati. La gara contro una delle migliori compagini del campionato, la Remer Treviglio, è un’altra tappa fondamentale per continuare la risalita in classifica. “Abbiamo vissuto due settimane di sano entusiasmo generale che giovedì deve essere espresso anche dal pubblico delle grandi occasioni al PalaSassi – conclude Francesco Longobardi – per poter stimolare la squadra a fare sempre meglio, e ottenere un ottimo risultato contro una delle prime in classifica”.