Treviso torna al PalaVerde per riscattarsi

di Jacopo Bressan

Parola d’ordina: riscatto. Archiviata la prima sconfitta stagionale sul campo della Remer Treviglio, la Dè Longhi Treviso tornerà di scena tra le mura amiche del PalaVerde per affrontare la Bawer Matera di coach Giampaolo Di Lorenzo. A tartassare la squadra di coach Pillastrini sono ancora una volta gli infortuni: Pinton ha svolto lavoro differenziato per un risentimento inguinale, Matteo Negri sta ancora recuperando dall’infortunio alla caviglia e non ha ancora ripreso ad allenarsi e Dario Cefarelli pur con qualche miglioramento, è molto indietro per quanto riguarda la condizione fisica. Buone notizie arrivano dal lungodegente Fantinelli che, dopo essersi allenato con gli juniores prima e con i compagni poi, ha concrete chance di andare in panchina domenica. Paolo Busetto invece, dopo aver subito una botta al ginocchio con l’under 19, non sarà della partita. Scelte obbligate quindi per il coach Ferrarese che avrà a disposizione una panchina molto corta e dovrà trovare diverse soluzioni dai giovani. Il quintetto, salvo imprevisti, dovrebbe vedere Pinton in cabina di regia, Williams in guardia con Fabi in ala piccola, Powell in ala forte e Rinaldi in posizione di centro.

La squadra di coach Di Lorenzo scenderà sul parquet del PalaVerde a testa alta. Dopo la bruciante sconfitta contro Tortona segnando solo 55 punti, la compagine della Basilicata sarà alla ricerca di segnali importanti. La squadra è piuttosto giovane con due americani di buon livello che punta ad un campionato quantomeno positivo. In posizione di play titolare troviamo Josh Greene, classe 1992 che viaggia a 18 punti di media con tre assist abbondanti a partita. In posizione di guardia invece, la formazione di coach Di Lorenzo schiera il classe ’95 Lorenzo Baldasso, che può anche ricoprire lo spot di playmaker. Un giocatore che coach Pillastrini conosce molto bene per averlo allenato e cresciuto nell’ultimo biennio a Torino, facendolo anche esordire in Legadue Gold. In posizione di ala piccola invece troviamo Matteo Fallucca, classe 1993, campione d’Europa con la nazionale under 20di coach Sacripanti e compagno di Dario Cefarelli che ritroverà da avversario. Nei lunghi invece, Daniele Bonessio e l’americano Jordan Richard sono i titolari designati con Tagliabue che esce dalla panchina cambiando sia lo spot di ala forte che quello di centro. Dalla panchina escono i giovani Marco Cucco, scuola Virtus Siena e Gabrile Giarelli, ex Montecatini e Juan Caceres.

Stefano Pillastrini, coach della De’ Longhi risponde così alle domande in vista della prossima sfida:

Coach, si vede un po’ di luce con il graduale svuotamento dell’infermeria:                                                                                                                                                           “Si, non so ancora chi giocherà domenica, ma in questo fine settimana abbiamo potuto allenarci anche se con le dovute cautele con più giocatori. Purtroppo non possiamo ancora lavorare come vorrei su alcuni aspetti del gioco, bisogna preoccuparsi di più di dosare gli allenamenti in modo da non peggiorare la situazione e quindi siamo ancora in emergenza, ma in effetti si vede un po’ di luce dopo un periodo difficilissimo. Ora dedicheremo oggi e domani a preparare la gara con Matera.”

Che tipo di avversario si presenta al Palaverde?                                                                                                                                                                                                             “E’ una squadra di grandi fiammate, con un play tra i migliori del torneo e un mix di veterani della categoria e qualche giovane. Saranno feriti dalla batosta (55-77) di domenica con Torona in casa, quindi mi aspetto un’avversaria arrabbiata, non dimentichiamoci che in trasferta ci sanno fare, esempio la loro vittoria a Ferrara, quindi un match da giocare al massimo, come sempre in questo torneo equilibrato e pieno di insidie. Giocare al Palaverde di fronte al nostro pubblico per noi è un piacere, quindi cercheremo ancora una volta di fare contenti i nostri splendidi tifosi che ci seguono sempre anche fuori casa facendoci sentire veramente “caldi”.”

C’e’ un vero e proprio boom mediatico per Treviso Basket, come lo vivete nel gruppo?                                                                                                                                   “Siamo al centro dell’attenzione, è vero, e questa cosa ci rende un bersaglio che tutti vogliono battere, aumenta le motivazioni delle avversarie che con noi danno ancora di più del solito, ma penso che sia molto positivo per il nostro ambiente, i nostri spnsor e la società, motivo di orgoglio. Purtroppo abbiamo anche registrato voci che non ci piacciono su nuovi arrivi, ecc ecc. Ribadisco che ne io nè la società abbiamo mai pensato di cambiare o aggiungere giocatori al nostro roster, crediamo fermamente in questa squadra e in questi giocatori e il lavoro è solo quello di far crescere e consolidare questo gruppo che sta lavorando benissimo insieme. Quindi stop a ogni voce di mercato, è un argomento che non ci interessa.”

Parla anche Jacopo Vedovato, piacevole sorpresa di questa inizio di stagione: “Finalmente siamo quasi al completo e ci alleniamo bene. La squadra non ha avuto problemi dopo la prima sconfitta, tutto tranquillo, prima o poi doveva arrivare e con i tanti problemi fisici che abbiamo avuto era quasi inevitabile. Ma non siamo stati certo contenti di perdere, questo anzi ci dà stimoli per concentrarci ancora di più per non sbagliare ancora e tornare a vincere, dobbiamo dimostrare che è stato un episodio da dimenticare in fretta e anzi darci grande carica per la partita di domenica. Torniamo a casa nostra, la gente ci fa sempre tanta festa e sentiamo anche attraverso internet e i social che il pubblico di Treviso ci segue con calore e passione. Domenica spero sia ancora bello pieno il nostro Palaverde e anche per questo dobbiamo fare una bella partita con Matera e vincere per riprendere la nostra marcia.”

Arbitrano i signori Scudiero di Milano, Pazzaglia di Pesaro e Barone di Brescia. Appuntamento alle 18.00 al PalaVerde di Villorba.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy